Appena arrivato a Malpensa inizia a tremare: muore 28enne 'mulo' del narcotraffico

Il giovane ha iniziato sudare e sentirsi male nel terminal ed è stato trasportato d'urgenza in ospedale, ma purtroppo non ce l'ha fatta

Aeroporto di Malpensa

Appena arrivato all'aeroporto di Malpensa ha iniziato a sentirsi male, tremando e sudando copiosamente. È stato quindi trasportato d'urgenza in ospedale, già incosciente, ma purtroppo non ce l'ha fatta. A morire è stato un ragazzo di 28 anni, cittadino del Ghana, tra i disperati arruolati come corrieri della droga. 

L'autopsia - scrive La Prealpina - è già stata disposta dal pm Rossella Incardona, ma l'ipotesi al momento più probabile è che il ragazzo sia rimasto avvelenato dallo stupefacente che stava trasportando nel suo corpo, avendolo ingerito per superare i controlli.

Un altro ghanese, di 32 anni, è stato invece arrestato subito dopo essere sbarcato nel terminal del Varesotto, perché aveva nello stomaco 56 ovuli di cocaina. Secondo quanto dichiarato da lui stesso, aveva deciso di trasportare la droga per 4mila euro, somma che gli sarebbe servita a riavere con sé la figlia primogenita, sottrattagli dai servizi sociali perché lui e la moglie - come ha raccontato l'uomo al gip Nicoletta Guerrero - non erano nelle condizioni economiche per poter provvedere al suo mantenimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, i casi sono 14: gravissimo un 38enne, in isolamento la moglie e un amico

  • Mafia, a Milano il prefetto chiude L’Antica pizzeria da Michele, storico locale napoletano

  • Coronavirus, i contagi in Lombardia salgono a 14: "Dobbiamo contenere il virus in quell'area"

  • Smog alle stelle a Milano, scatta il blocco del traffico: le auto che non potranno circolare

  • Grave incidente in autostrada A4, auto ribaltata: giovane 27enne rianimato sul posto

Torna su
MilanoToday è in caricamento