E' morto a Milano Enrico Nascimbeni, aveva 59 anni

"Ora è un aquilone", sono le parole su Fb della famiglia

Nascimbeni (da Fb)

E' morto a Milano qualche ora fa il giornalista, attivista, autore, cantautore e scrittore Enrico Nascimbeni. Aveva 59 anni. Non sono ancora note le cause del decesso. 

"Enrico ora è un aquilone. Ha scelto di sbagliare, le parole sono sue, assieme a quella grande umanità composta di amori, affetti, amicizie, poesie, canzoni. Ora vola libero e a tutti manda il suo abbraccio di libertà", sono le parole di amici e parenti sul suo profilo Fb.

Soltando qualche mese fa era stato aggredito, come denunciarono i Sentinelli di Milano, per le sue prese di posizione contro il razzismo e gli attacchi ai migranti da persone "armate di coltello". 

Il ricordo dell'Anpi e di Danilo Cannizzaro

"Ci ha lasciato Enrico Nascimbeni, impegnato con i Sentinelli, ai quali va la nostra affettuosa vicinanza, nella battaglia antifascista contro razzismo, omofobia, intolleranza. Enrico ha affrontato con determinazione questo suo impegno, esponendosi personalmente, anche a rischio della propria stessa vita. Lo ricordiamo tra i protagonisti della splendida manifestazione "intolleranza zero" del 30 settembre 2018 a Milano, in piazza Duomo, promossa da Anpi Provinciale, Sentinelli di Milano e Aned. Enrico mancherà tantissimo a me, all'Anpi e a tutti noi. Lo ricorderemo sempre con commozione ed affetto", ha detto Roberto Cenati, presidente dell'Anpi Provinciale di Milano.

"Il dolce, pazzo, scombinato e meraviglioso amico mio, dice, è volato via, come un aquilone. Io invece riesco a volare molto poco, adesso, e non ho lucidità sufficiente a ricordarmi se aquilone si scrive con o senza la “c”. Però ricordo che nelle nostre lunghissime, torrenziali conversazioni si vantava – confidenzialmente, gioiosamente, orgogliosamente, goliardicamente – d’essere mezzo rom, mezzo ebreo, mezzo vecchio comunista, e tante altri “mezze” cose che, aritmeticamente, facevano in totale parecchi – veri, per Dio! – artisti folli, giornalisti, musicisti, poeti. E lo è davvero, tutti questi uomini, interi", scrive l'amico e giornalista Danilo Cannizzaro di Borderonline, la rivista web di Saman (un'associazione laica fondata da Mauro Rostagno per il recupero delle tossicodipendenze, reinserimento nel tessuto sociale degli ex carcerati e tutela e sostegno delle donne che hanno subito violenze) che Nascimbeni dirigeva.

Chi era Enrico Nascimbeni

Nascimbeni era nato a Verona nel 1959, figlio del giornalista Giulio Nascimbeni. Viveva a Milano. 

Diplomato al Beccaria, laureato in Lettere e Filosofia, dalla seconda metà degli anni Ottanta iniziò a scrivere per diverse testate, dal Corriere della Sera al Giorno, fino alla tv. Come cronista ha seguito diversi eventi della storia recente, celebri le sue inchieste su Mani Pulite e la sua intervista a Craxi ad Hammamet, ma anche in reportage di guerra nei Balcani o a Kabul. Nel frattempo ha scritto anche libri, l’ultimo si intitola Ho scelto di sbagliare.

Infinita anche la passione per la musica. Dal 1977 ha pubblicato 9 album; amico del milanese Roberto Vecchioni, ha scritto brani, tra gli altri, per Mango, Paola Turci, Mietta e Suzanne Vega. Vinse anche il Premio della Critica al Club Tenco con Roberto Vecchioni e partecipò come autore al Festival di Sanremo con il testo di "Chiama di notte" degli Allunati. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, 'paziente covid positivo' attraversa la città con flebo e ossigeno: la performance

  • Milano, 15 volanti danno la caccia a un uomo: il folle inseguimento finisce in Buenos Aires

  • Incidente a Carpiano, scontro tra due auto piene di bambini: bimba di 7 mesi grave

  • Milano, ancora spari in via Creta: ragazzo di 32 anni gambizzato durante la notte, le indagini

  • Maltempo a Milano, violenta grandinata nel pomeriggio di venerdì: diversi allagamenti

  • Fanno esplodere la banca e scappano verso un campo rom: il bottino era di 60mila euro

Torna su
MilanoToday è in caricamento