Navigli, nuovo sgombero: smantellate le baracche rom

Continuano a ritmo serrato gli sgomberi dei campi abusivi a Milano. Quello di stamattina, messo a punto dalla Polizia Locale nei pressi dell'Alzaia Naviglio Grande, è il 195esimo dell'era Moratti. Il vicesindaco De Corato: da inizio d'anno, una operazione di smantellamento ogni 48 ore

Nuova operazione di sgombero in zona Navigli. Questa mattina, infatti, gli agenti della Polizia Locale hanno smantellato alcune baracche abusive nei pressi dell'Alzaia Naviglio Grande. Allontanati anche 15 rom che le occupavano irregolarmente.

Un'operazione, quella degli sgomberi, che procede a ritmo serrato, come ha ricordato il vicesindaco De Corato: “Solo da inizio anno siamo a ben 20 operazioni, una media di una ogni 48 ore”. In effetti quello di oggi è il 193esimo smantellamento dell'era Moratti. Una vera e propria caccia all'abusivismo locale.

“Gli abusivi ce li troviamo dappertutto” ha sottolineato De Corato, definendo la faccenda “un contesto inaccettabile”. Stamattina, infatti, durante le operazioni di abbattimento delle baracche, alcuni nordafricani si sono dispersi, rifugiandosi in un edificio abbandonato nel parco delle Cave, area verde spesso frequentata da cittadini e bambini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio alla guida, accosta e ferma i vigili: "Documenti grazie, devo farvi la multa"

  • Tragedia a Bareggio, trovato morto l'anziano che si era perso in campagna dopo l'incidente

  • Incidente a Trezzano, auto passa col rosso e si schianta con 2 macchine: 12enne gravissimo

  • Sete dopo la pizza? Ecco perchè ti viene

  • Milano, incidente in via Trevi: Smart si ribalta e piomba dentro al negozio di kebab, un morto

  • Gabriele e Risqi, morti nel tragico schianto in autostrada: la loro auto è finita sotto un tir

Torna su
MilanoToday è in caricamento