Il ristorante (aperto al pubblico) del carcere di bollate è sul New York Times

Il prestigioso quotidiano statunitense parla - entusiasticamente - del locale aperto all'interno del penitenziario

Il ristorante "InGalera"

E' già molto particolare un ristorante aperto dentro un carcere: poi, se perfino il New York Times lo nota da oltreoceano, la cosa è ancora più interessante. Stiamo parlando di "InGalera", che ha visto la luce nel penitenziario a nord-ovest di Milano a ottobre 2015. E che è stato recensito (egregiamente, tra l'altro) dal prestigioso quotidiano di New York.

In sala e in cucina detenuti in attesa di terminare la loro pena in carcere; ai tavoli, seduti a gustarsi la cena, top manager, famiglie, perfino qualche personaggio dello spettacolo. Segno che si mangia davvero bene. 

L'articolo entusiasta del NYT naturalmente non dimentica di citare che l'Italia, secondo l'Unione europea, fa troppo poco per la riabilitazione dei detenuti. "InGalera", in effetti, serve anche per ricordarci quanto poco basti, a volte, per offrire ad almeno alcuni detenuti una speranza di lavoro concreta, costruendo anche un successo.

D'altra parte, su Tripadvisor il ristorante ottiene un ottimo 159esimo posto su 6 mila ristoranti milanesi (il 7 marzo 2016) ed è pieno di recensioni positive: «Si va per la curiosità e si torna per la qualità», è il titolo di una di queste.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, militare pugnalato alla gola in Stazione Centrale da un passante che urla "Allah akbar"

  • Milano, tenta di incassare il gratta e vinci rubato: beccato, in casa ne aveva altri 600

  • Milano, fumo nero e puzza di bruciato da Spontini in via Marghera: arrivano i pompieri

  • Sciopero venerdì 27 setttembre, a Milano si fermano per 24 ore i mezzi Atm: orari di metro

  • "Ritrovo di pregiudicati", la questura chiude tre bar di zona Certosa

  • Esplosione nella fabbrica di cannabis light: fiamme alte 10 metri, feriti padre e due figli

Torna su
MilanoToday è in caricamento