"Inclinazione a delinquere come stile di vita": nessuno sconto di pena per Corona

I suoi reati nascono dalla sua "inclinazione a delinquere" assurta a "stile di vita" e alimentata da "impulsi contingenti" e "non prevedibili in anticipo", legati alla sua brama di "afferrare l'occasione di guadagno". Lo spiega la Cassazione

Fabrizio Corona (frame Invidia.it)

Nessuno sconto di pena per Fabrizio Corona, in carcere a Opera. I suoi reati nascono dalla sua "inclinazione a delinquere" assurta a "stile di vita" e alimentata da "impulsi contingenti" e "non prevedibili in anticipo", legati alla sua brama di "afferrare l'occasione di guadagno".

Lo spiega la Cassazione nelle motivazioni depositate il 12 marzo in base alle quali, al termine dell'udienza tenutasi il 27 gennaio, ha accolto il reclamo del procuratore generale di Milano contro lo 'sconto' che aveva ridotto la condanna di Corona, ex titolare di un'agenzia fotografica, da 13 anni e due mesi a nove anni di reclusione. Il gip di Milano che ha concesso a Corona la riduzione del cumulo condanne applicando il principio della continuazione dei reati ha sbagliato, secondo la Cassazione, perché perchè "ha valorizzato il solo dato cronologico dell'essere stati i reati commessi in un ristretto arco temporale", circa un anno e mezzo. Inoltre i supremi giudici rilevano che il gip ha "omesso di valutare la disomogeneità dei beni giuridici offesi (il patrimonio nelle estorsioni), la correttezza dell'ordine economico (nella bancarotta e nei reati fiscali), l'amministrazione della giustizia (nella corruzione) che esclude logicamente che fin dalla commissione del primo reato Corona avesse già preordinato la commissione degli altri".

Al gip di Milano la Suprema corte rimprovera anche di non aver dato "esaustiva" spiegazione "nell'indicazione dei dati da cui ha desunto che sin dal momento in cui furono commesse le estorsioni, Corona si era rappresentato il fallimento della sua società e la sua successiva carcerazione, durante la quale commettere la corruzione di un agente penitenziario". "In realtà - scrive la Cassazione - il generico fine di profitto personale" che il gip "afferma essere il collante che tiene insieme tutti i reati, altro non è che quello che viene definita l'inclinazione a delinquere o 'stile di vita', ovverossia la mera ripetizione o abitualità di certi comportamenti illeciti che insorgono sotto la spinta di impulsi contingenti legati alla particolare situazione (afferrare l'occasione di guadagno), non prevedibili in anticipo".

Adesso il gip dovrà rivedere la sua decisione e motivarla più convincentemente, sulla base di queste indicazioni, oppure limitarsi ad applicare la continuazione dei reati solo per le estorsioni: è questo l'unico cumulo lasciato in piedi dalla Prima sezione penale della Suprema corte (presidente Maria Cristina Siotto, relatore Adet Toni Novik).

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Dieci pesi dieci misure.. Dico così perché in Italia ognuno viene giudicato diversamente a seconda di chi è !!! La legge e' uguale per tutti???!!!!

  • Avatar anonimo di mauro
    mauro

    Se non avesse fatto lo sbruffone tutti questi anni durante i processi probabilmente lo scemo adesso sarebbe già fuori, purtroppo sta pagando tutta la sua onnipotenza di questi anni

  • Ho sentito diverse persone avere in serbo una bottiglia di quello buono da stappare il giorno che, esausto, si ucciderà. Purtroppo non tirerà con sè tutta l'umanità fallita di manager dei vip, compraoro, e discotecari/carrozzieri di cui faceva il testimonial a caro prezzo.

Notizie di oggi

  • Forze Armate

    Piazza d'Armi, arriva il vincolo paesaggistico. Ma Sala si arrabbia: «Molto irritati»

  • Meteo

    Milano, temporali forti in arrivo in città: allerta meteo della regione per "criticità gialla"

  • Cronaca

    Paura in Bicocca a Milano: si rompe ampolla in un laboratorio, quattro studenti intossicati

  • Incidenti stradali

    Incidente sulla Teem, perde il controllo del camion e si ribalta sullo svincolo: morto

I più letti della settimana

  • Omicidio a Milano, bimbo di 2 anni ucciso di botte in via Ricciarelli: padre in fuga per ore

  • Milano, aggredisce i poliziotti con un coltello: "Vi sgozzo, paese di me...", 23enne arrestato

  • Alba di sangue a Milano, ragazzo accoltellato al culmine di una rissa fuori dalla discoteca

  • Volo Alitalia Milano-New York riatterra dopo pochi minuti a Malpensa

  • Terremoto vicino a Milano, registrata scossa di magnitudo 2.5 a Robecco sul Naviglio

  • Legnano, donna investita e uccisa da un treno in stazione: circolazione in tilt e ritardi

Torna su
MilanoToday è in caricamento