Milano, rivolta nelle case popolari in via Graf: in 50 mandano via le due famiglie abusive

Pomeriggio di tensione in via Graf, nel condominio al civico 22: allontanati gli abusivi

I carabinieri sul posto

Regolari contro "abusivi". Pomeriggio di tensione quello di martedì in via Graf, teatro di una vera e propria rivolta che si è consumata nel condominio al civico 22. La miccia si è accesa verso le 17, quando almeno cinquanta abitanti del condominio - quasi tutte ex case Aler riscattate dai proprietari - hanno deciso di allontanare due famiglie che da oltre un mese, quindi già in piena emergenza Coronavirus, avevano occupato due abitazioni al piano rialzato. 

Stando a quanto appreso da MilanoToday, gli abusivi - una famiglia con otto figli e un'altra con due - da diverse settimane avevano sfondato le porte d'ingresso, avevano lasciato i loro camper all'esterno del "cortile" e pian piano avevano arredato gli appartamenti, attaccandosi abusivamente ai contatori del palazzo. 

Dopo diverse segnalazioni e richieste di intervento all'Aler, martedì pomeriggio gli abitanti hanno deciso di agire da soli - sembra dopo un affronto degli abusivi - e si sono presentati fuori dal palazzo decisi ad allontanare i due nuclei familiari. Inevitabilmente ne è nata una situazione tesa, tra minacce, urla e promesse di vendetta, tanto che sul posto sono dovuti intervenire i carabinieri del nucleo Radiomobile e i colleghi della compagnia Magenta per riportare la situazione alla normalità. 

Alla fine, in serata, gli occupanti, hanno caricato i loro effetti personali su un camper e hanno lasciato gli appartamenti. Le operazioni si sono svolte alla presenza di un ispettore Aler, che ha poi provveduto a mettere in sicurezza le case. 

Scene simili si erano già viste lo scorso 14 aprile in via Ricciarelli, altro fronte caldo delle occupazioni abusive. Quel giorno uno sgombero si era trasformato in una rivolta: quaranta persone - tra cui il marito della donna allontanata dall'abitazione - avevano accerchiato una Volante della polizia per cercare di bloccare lo sfratto. Il bilancio finale era stato di tre arresti e due denunce.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • Spostamenti fuori regione dal 3 giugno: la Lombardia rischia di rimanere chiusa altre 2 settimane

  • Bollettino contagi 30 maggio 2020: morti senza fine, ancora 67 persone. Contagi stabili

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: continuano a salire i contagi +382

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia: 38 morti e +354 positivi, il 70% dei nuovi casi in Italia

  • Bollettino e aggiornamento contagi Lombardia: risalgono morti e i contagi, +216 nuovi positivi

Torna su
MilanoToday è in caricamento