Omicidio-suicidio a Besate: uccide la moglie e poi si toglie la vita

Luigi N di 52 anni ha strangolato la moglie Giuseppa di 51 e poi di si è impiccato. I due erano stati sfrattati e avevano problemi economici

L'abitazione della coppia

Uno sfratto esecutivo imminente, una condizione economica disperata, problemi di alcol per lui e disagio psichico per lei. Queste le condizioni in cui vivevano i coniugi trovati morti nel loro appartamento, a Besate (Milano).

Il marito, Luigi Negri, 52 anni, avrebbe prima strangolato la consorte Giuseppa (Pina), 51 anni, e poi si sarebbe impiccato in casa.

In casa è stato trovato un altro biglietto in cui l'autore (probabilmente l'uomo) chiede di cremare i corpi e che qualcuno si prenda cura dei loro due cani. I due non avevano figli.

I carabinieri della compagnia di Abbiategrasso hanno fatto sapere che la situazione della coppia era nota ai servizi sociali di Besate.

Il 52enne, originario del luogo, era da tempo disoccupato e alcolizzato, mentre la moglie, nata a Trapani, era affetta da disturbi psichici. I militari hanno inoltre spiegato che le condizioni igieniche dell'abitazione lasciavano molto a desiderare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo sui binari travolto e ucciso dalla metro rossa: aveva 24 anni

  • Milano, Carrefour compra 28 supermercati Auchan da Conad: "Nessun esubero"

  • Notte di incidenti a Milano: schianto tra auto in via Primaticcio, 5 ragazzi feriti e un uomo in coma

  • Incidente tra filobus Atm e camion Amsa: indagati per omicidio stradale i conducenti

  • Milano, sciopero Trenord in arrivo: treni a rischio per 24 ore e nessuna fascia di garanzia

  • I fratelli, l'autista, Omega 3 e Caronte: la banda che voleva sequestrare l'uomo da 4 milioni

Torna su
MilanoToday è in caricamento