Condanna definitiva: si costituisce il vigile che ha freddato il cileno al parco Lambro

Alessandro Amigoni è stato condannato dalla Cassazione per omicidio volontario

Il vigile

Alessandro Amigoni si è presentato in procura per costituirsi dopo la conferma in Cassazione della condanna a 10 anni per omicidio volontario.

Si tratta del vigile urbano che, il 13 febbraio 2012, sparò a un cileno, Marcelo Valentino Gomez Cortez, durante un inseguimento presso il Parco Lambro, uccidendolo. La vittima aveva 28 anni. L'ex moglie e i due figli hanno chiesto e ottenuto dal comune di Milano un risarcimento stragiudiziale.

Quel giorno era stata diramata una richiesta d'intervento per una rissa ma, sul posto, non c'era nessuno: la pattuglia di polizia locale ha trovato una vettura che correva ad alta velocità e l'ha inseguita. Le due auto si sono speronate, dopodiché l'inseguimento è proseguito a piedi in direzione del parco. Le perizie hanno poi stabilito che l'agente di polizia locale ha sparato da vicino, alla schiena.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Puzza a Milano, odore fortissimo invade la città: boom di segnalazioni. La spiegazione

  • Il pusher gli vende la carta: lui lo scaraventa nel vuoto per ammazzarlo, tradito dal video

  • Milano, bimbo di 5 anni precipita a scuola: soccorritori e prof con le lacrime agli occhi

  • Sciopero generale a Milano, rischio caos per i mezzi: stop di 24 ore a metro, bus Atm e treni

  • Milano, dramma a scuola: bimbo di cinque anni precipita nel vuoto dalle scale, è gravissimo

  • Milano, incidente tra un bus e un'auto in via Giordani: una donna in coma e due bimbi feriti

Torna su
MilanoToday è in caricamento