Bambina uccisa, Elena Romani ricorre contro assoluzione dell'ex compagno

I due protagonisti Elena Romani e Antonino Cangialosi erano gli unici in casa con la piccola, ma entrambi sono stati assolti

Elena Romani

Nessun colpevole per l'omicidio della piccola Matilda Borin, 22 mesi, uccisa il 2 luglio 2005 all'interno di una casa colonica a Roasio (Vercelli). Ma la madre, l'ex hostess di Legnano Elena Romani, ora 44enne, non ci sta e ha deciso di presentare ricorso contro la sentenza d'Appello che, come in primo grado, ha assolto l'ex fidanzato della donna, Antonino Cangialosi, impiegato 46enne.

Assoluzione, per l'uomo, chiesta anche dal procuratore generale di Torino, dove si è svolto il processo d'Appello per Cangialosi, specificando che si tratta di "una sconfitta del sistema giustizia. Già, perché paradossalmente la situazione potrebbe essere definita "delitto perfetto", visto che all'interno della casa, oltre alla bimba, c'erano soltanto i due adulti che si sono accusati a vicenda di avere sferrato un colpo alla schiena che provocò a Matilda lo spappolamento della milza, fratture costali e il distacco di un rene.

Un delitto, nessun colpevole

Dapprima le indagini si sono concentrate sulla donna, che però è stata assolta in Cassazione dall'accusa di omicidio preterintenzionale. Poi si sono rivolte all'uomo, assolto finora in due gradi di giudizio. E non è sufficiente (dal punto di vista processuale) assolvere uno per condannare l'altro. Occorrono prove certe, altrimenti anche la seconda persona deve essere evidentemente assolta.

Lo specificano bene le motivazioni della sentenza d'assoluzione in Appello dell'uomo: "Sebbene si possa dare per certo che solo due persone possano aver commesso un determinato delitto, l’assoluzione di una di esse non può dimostrare da sola la colpevolezza dell’altra". 

Ora, con tutta probabilità, la parola passerà alla Cassazione anche per Cangialosi. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Leggendo l’articolo mi viene un senso di ingiustizia profondo... Alla fine l’unica che ha perso è la piccola Matilda che è stata colpevole di trovarsi in quella casa con sti due debosciati. Perché ammazzare una bambina? Come puoi fare una cosa del genere?? Cosa ti può fare una bambina di 2 anni per meritare un colpo così forte da ammazzarla? IO VI AUGURO DI VIVERE A LUNGO SOFFRENDO DEI MALI PIU ATROCI... questa potrebbe essere la giusta conclusione del processo “SOFFERENZE ETERNE”

  • Piccola Gioia, non può finire così. Meriti giustizia!

  • colpa di Salvini

  • Probabilmente sarà stato Berlusconi....

Notizie di oggi

  • Omicidi

    La notte folle del papà, uccide di botte il figlio e scappa con le figlie: "Non riuscivo a dormire"

  • Attualità

    L'incredibile nuvola a 'fungo atomico' prima della grandine a Milano

  • Cronaca

    Milano, uomo di 30 anni precipita dalle scale della Triennale: morto, sul posto la Scientifica

  • Video

    Maltempo nel Nord Milano: temporale e tempesta di grandine, strade ricoperte di ghiaccio

I più letti della settimana

  • Omicidio a Milano, bimbo di 2 anni ucciso di botte in via Ricciarelli: padre in fuga per ore

  • Milano, aggredisce i poliziotti con un coltello: "Vi sgozzo, paese di me...", 23enne arrestato

  • Alba di sangue a Milano, ragazzo accoltellato al culmine di una rissa fuori dalla discoteca

  • Volo Alitalia Milano-New York riatterra dopo pochi minuti a Malpensa

  • Terremoto vicino a Milano, registrata scossa di magnitudo 2.5 a Robecco sul Naviglio

  • Sciopero generale dei mezzi: a Milano venerdì rischio stop a metro, tram, autobus Atm e treni

Torna su
MilanoToday è in caricamento