Accoltellata a morte fuori dalla disco a Milano: condannato a 30 anni il fidanzato

L'omicidio a giugno 2018 in via Giovanni Pezzotti, zona Morivione. Antonio Nunez Martinez è stato giudicato colpevole di omicidio volontario aggravato dai futili motivi

La vittima insieme all'assassino

Giudicato colpevole dell'accusa di omicidio volontario aggravato dai futili motivi, Antonio Nunez Martinez, 42enne dominicano, è stato condannato a 30 anni di reclusione per aver accoltellato a morte la sua fidanzata Mora Alvarez Alexandra del Rocio il 10 giugno 2018 davanti al civico 50 di via Giovanni Pezzotti, in zona Morivione.

La sentenza è stata emessa con rito abbreviato - che prevede lo sconto di un terzo della pena (dall'ergastolo a 30 anni) - dal giudice dell'udienza preliminare, Giulio Fanales, il quale ha accolto la richiesta del pm Gianluca Prisco, titolare dell’inchiesta condotta dai carabinieri. A confessare il delitto lo stesso Nunez Martinez, che dopo l'interrogatorio in caserma aveva ammesso di aver colpito la compagna al petto con un coltello da cucina.

L'omicidio

Mora Alvarez Alexandra del Rocio era stata uccisa per strada, in via Giovanni Pezzotti, davanti al B52 disco pub. Alle 5:30 del mattino Antonio Nunez Martinez, con cui la donna stava solo da alcuni mesi, aveva afferrato un coltello per colpirla con un fendente. La donna era subito crollata a terra perdendo molto sangue. Una volta arrivata in ospedale, poi, era stata dichiarata morta.

La donna, ecuadoriana di 49 anni, lavorava in Italia con un regolare lavoro come custode di un condominio. Dopo la sua morte i carabinieri del nucleo Radiomobile avevano subito fermato il fidanzato Nunez Martinez, anche lui regolare e impiegato come magazziniere in una ditta di spedizioni. Inizialmente l'uomo aveva negato tutto, accusando una fantomatica signora. Poi però aveva finito per confessare l'omicidio, avvenuto al culmine di una lite. Il coltello usato dal dominicano aveva penetrato l'emitorace destro della vittima colpendo alcuni organi vitali: per questo la corsa in ospedale - putroppo - si era rivelata vana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente fra tre camion sull'A4, autostrada chiusa e traffico in tilt: i percorsi alternativi

  • Smog, livelli di pm10 ancora alti: blocco totale delle auto a Milano domenica 2 febbraio

  • Coronavirus, tre donne cinesi con la febbre visitate al Sacco. Salta il Capodanno cinese

  • Milano, incubo per una 12enne sull'autobus: uomo la palpeggia a lungo sulla 91, arrestato

  • Margherita, Capricciosa e droga: arrestato titolare di una pizzeria, spacciava nel locale

  • Omicidio stradale, Michele Bravi chiede 1 anno e mezzo di reclusione come patteggiamento (pena sospesa)

Torna su
MilanoToday è in caricamento