Alessandra, la tranviera Atm ammazzata nel sonno dal compagno con un colpo di fucile

Il dramma nella notte a Truccazzano. Sembra che lei volesse lasciare il suo compagno

Alessandra in una foto da Facebook

Sembra che Alessandra volesse lasciarlo. Sembra che avesse deciso di porre fine a quella relazione, anche se aveva accettato di ospitare il suo compagno bloccato in Lombardia a causa dell'emergenza Coronavirus. Ma proprio quell'ultimo gesto di altruismo le è stato fatale. 

Sì, perché Alessandra Cità - 47 anni, tranviera di Atm - da quel compagno è stata ammazzata. Antonio Vena - anche lui 47 anni, alcuni precedenti alle spalle e un lavoro in provincia di Bolzano - l'ha uccisa nella notte tra sabato e domenica con un colpo di fucile alla testa. 

In un raptus folle, ha preso un calibro 12 a pompa che la donna teneva legalmente in casa, lo ha puntato alla testa della 47enne e l'ha freddata. Poi, ha lasciato il corpo di Alessandra sul letto, si è messo in auto ed è andato dai carabinieri per confessare tutto. 

Antonio e Alessandra, entrambi originari della provincia di Palermo, stavano insieme dal dicembre del 2012, come raccontava lui stesso su Facebook. Nato a Gangi, amante dei rally e dei motori, Vena trascorreva tutta la settimana a Bolzano, dove lavorava in una ditta che produce serramenti, e tornava nel weekend in Lombardia. Da qualche giorno, però, a causa dell'epidemia, la sua azienda aveva chiuso e lui era rimasto a casa della compagna. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ai carabinieri di Milano non risultano interventi o denunce precedenti della 47enne, ma sembra che il rapporto fosse comunque compromesso. Domenica notte, poi, la follia. Quando i carabinieri sono entrati a casa di Alessandra, hanno trovato il suo cadavere sul letto e il fucile a terra nell'abitazione. Il killer, reo confesso, è stato interrogato dal pm Giovanni Tarzia e poi portato in carcere a San Vittore in esecuzione di un fermo di indiziato di delitto con l'accusa di omicidio. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, folle abbandona la mamma sull'A7, poi picchia un tranviere e si mette a guidare il tram

  • Follia alla Darsena: due ragazzi gettano in acqua un venditore di rose e poi scappano

  • Accoltellato sull'autobus a Milano, 23enne gravissimo in ospedale

  • Lo spettacolo della cometa Neowise, visibile a occhio nudo sopra Milano

  • Bollettino coronavirus Milano e Lombardia: 192 guariti, 15 nuovi positivi a Milano città

  • H&M chiude a Milano, lavoratori trasferiti ad Ancona (e non solo): "Non ci fanno rientrare"

Torna su
MilanoToday è in caricamento