Parte un colpo di pistola "per sbaglio": una studentessa 21enne uccisa dal suo fidanzato

La vittima studiava alla Cattolica di Milano. La ricostruzione è al vaglio dei carabinieri

La vittima e il suo fidanzato

Avrebbe trovato la pistola del suo fidanzato in un cassetto in camera. Così, l'avrebbe presa e gliel'avrebbe passata, chiedendogli di toglierla da lì. Ma proprio in quell'istante, sembrerebbe per un tragico errore, è partito un colpo, che l'ha uccisa all'istante. 

Sarebbe morta così, secondo i primissimi accertamenti, Alessandra Cornago, ventunenne di Ponteranica e studentessa all'università Cattolica di Milano. A ucciderla sarebbe stato il suo fidanzato, Denis Zeni, un coetaneo ex guardia giurata.

Teatro di quella che per ora ha tutti i contorni di una drammatica fatalità è stata la casa del giovane: un appartamento in via dei Mille a Villa d'Almè, nella Bergamasca, dove il ragazzo vive insieme a suo padre, ex carabiniere, e a sua madre. 

Tutto è succeso poco dopo le 19 di mercoledì sera. Alessandra e Denis - che per sei mesi è stato in servizio come guardia giurata alla Fidelitas prima di decidere di cambiare lavoro - erano al computer nella camera di lui per prenotare una vacanza da fare nei prossimi mesi. La vittima, forse cercando dei documenti, avrebbe trovato l'arma - che il ventunenne deteneva legalmente - e l'avrebbe data al fidanzato per fargliela spostare. In quel momento, per sbaglio, sarebbe partito un proiettile - da una distanza ravvicinatissima - che ha colpito in pieno la ragazza, che è morta poco dopo nonostante il tempestivo intervento del 118. 

Nell'appartamento della famiglia Zeni sono immediatamente intervenuti i carabinieri e il pm di turno, Maria Cristina Rota, che hanno setacciato ogni palmo della scena del crimine. Da chiarire, più di ogni altro aspetto, perché l'arma avesse un colpo in canna e fosse senza sicura. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poco dopo le 22, Denis - ancora sotto shock - è stato portato in caserma e ascoltato a lungo dagli investigatori. A loro, stando a quanto è filtrato, avrebbe ripetuto più e più volte che è stato tutto un tragico caso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, 'paziente covid positivo' attraversa la città con flebo e ossigeno: la performance

  • Milano, folle abbandona la mamma sull'A7, poi picchia un tranviere e si mette a guidare il tram

  • Milano, ancora spari in via Creta: ragazzo di 32 anni gambizzato durante la notte, le indagini

  • Lo spettacolo della cometa Neowise, visibile a occhio nudo sopra Milano

  • Bollettino contagi coronavirus: a Milano trovate sei persone positive, 16 nella città metropolitana

  • H&M chiude a Milano, lavoratori trasferiti ad Ancona (e non solo): "Non ci fanno rientrare"

Torna su
MilanoToday è in caricamento