Duplice omicidio a Canegrate: così gli albanesi portavano l'eroina a Rogoredo, 10 arresti

I gruppi individuati e smantellati lavoravano' sulla piazza di San Giorgio sul Legnano

Alcuni degli arrestati portavano l'eroina regolarmente al Boschetto della droga di Rogoredo a Milano. Lo sostengono gli investigatori che hanno arrestato dieci persone seguendo un filone d'indagine aperto dal duplice omicidio di Canegrate (Milano) avvenuto il 10 novembre 2016, quando vennero trucidati due cittadini albanesi Lleshaj Alban e Lleshaj Agron.

Martedì mattina i carabinieri del Nucleo investigativo di Monza, hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Busto Arsizio (Varese) nei confronti otto albanesi, un italiano e un romeno, ritenuti responsabili, a vario titolo, di detenzione e spaccio di ingenti quantitativi di stupefacenti: cocaina, eroina e marijuana.

Gli arresti sono stati eseguiti martedì mattina. La misura cautelare - eseguita  nelle province di Milano, Monza e Brianza, Varese, Pesaro e Urbino, e Rovigo - è stata emessa a conclusione dell'indagine, diretta dalla Procura della Repubblica di Busto Arsizio. "All'appello ne mancano ancora due", ha detto il Procuratore Aggiunto, Giuseppe D'Amico durante la conferenza stampa. L'indagine, supportata da attività tecniche e da servizi sul territorio, era partita dopo il duplice omicidio, risolto nel maggio 2017.

"Dà un quadro dello spaccio di droga nella zona del Legnanese nel nord Italia. Dove ci sono diverse dispute e contrasti per il controllo della droga", ha detto ancora D'Amico. Durante le indagini per l'omicidio erano emersi dei soggetti fortemente collegati tra loro che probabilmente facevano il bello e il cattivo tempo dello spaccio nella zona. E sono iniziate le intercettazioni 'parallele'. Approfondimenti che hanno portato a diversi sequestri di droga: 5 chili di eroina, 3 di cocaina e 212 marijuana.

Video: l'auto delle vittime crivellata di proiettili dopo la sparatoria

I gruppi individuati e smantellati, hanno rivelato gli investigatori, lavoravano sulla piazza di San Giorgio sul Legnano e Legnano. C'è la certezza, spiegano i carabinieri, che alcuni degli spacciatori avevano portato un chilo di eroina al Boschetto della droga.

Prima si erano riforniti da un trafficate nel Milanese e poi lo avevano rivenduto in stazione a Rogoredo. "In quell'occasione del chilo molti clienti si lamentarono per la scarsa qualità della roba fornita", ha aggiunto ancora il procuratore. Sembra che fosse un'attività che facevano spesso. Tra gli arrestati c'è anche una donna albanese residente a Rovigo, aveva anche cento grammi di marijuana.

Video: le indagini e l'arresto

Potrebbe interessarti

  • Schiamazzi e lite furibonda all'una di notte in strada

  • Perchè è importante cambiare le lenzuola del letto

  • Pulizia della lavastoviglie: tutti i consigli utili

  • Come svegliarsi bene la mattina: 6 consigli pratici

I più letti della settimana

  • Follia sul bus a Milano, autista picchiato a sangue: la foto denuncia dell'occhio tumefatto

  • E' morto a Milano Enrico Nascimbeni, aveva 59 anni

  • Sciopero dei mezzi a Milano, giovedì stop a metro, tram e bus Atm: gli orari dell'agitazione

  • Assorbenti, coppette mestruali e sex toys: a Milano il primo negozio dedicato alla vagina

  • Ragazzo di ventidue anni sparito da oltre un mese: ritrovato a Milano, dormiva in strada

  • Malpensa, fagioli scambiati per ovuli di coca: brutta disavventura per un turista brasiliano

Torna su
MilanoToday è in caricamento