Omicidio a Corsico: freddò un uomo perché "infastidiva la compagna", condannato all'ergastolo

La compagna, che lo aiutò a nascondere la pistola, condannata a tre anni per favoreggiamento

Sulla scena del delitto (foto B&V Photographers)

Freddò il senegalese Assan Diallo, 54enne, nel mese di giugno del 2018, a Corsico con dieci colpi di pistola: ora il killer reo confesso, Fabrizio Butà, è stato condannato all'ergastolo nel processo con rito abbreviato. Il gip di Milano ha condannato l'uomo, ora 47enne, comminandogli l'aggravante dei futili motivi. La compagna di Butà è stata invece condannata a tre anni di reclusione per favoreggiamento e detenzione di droga e armi: la pistola usata per il delitto era stata ritrovata nel locale spazzatura del condominio in cui risiedeva la donna.

L'omicidio si consumò in un parchetto di via delle Querce il 16 giugno 2018. I due si conoscevano: Butà, nella sua confessione, spiegò che Diallo aveva più volte infastidito e molestato la compagna, chiedendole del denaro, e che quindi lui voleva fargliela pagare. Gli aveva dato appuntamento al Bar Erica (a cui la questura aveva poi sospeso la licenza per 30 giorni) e i due avevano subito iniziato a litigare. Usciti dal locale, vicino ad un parchetto di via delle Querce, si era consumato l'omicidio.

Un altro omicidio nel passato dell'uomo

Dopo un giorno di caccia all'uomo, l'assassino si era presentato spontaneamente ai carabinieri, sentendosi braccato. Diallo era sposato con una figlia di undici anni. Viveva a Cesano Boscone e alle spalle aveva due piccoli precedenti (per spendita di denaro falso e patente contraffatta). Il killer, invece, aveva assassinato nel 1998 un uomo in zona Navigli con un fucile, scambiandolo per un'altra persona, ed era uscito di prigione nel 2013.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

Torna su
MilanoToday è in caricamento