Omicidio a Milano: ragazzo ucciso a coltellate in viale Monza, era in una pozza di sangue

L'area è stata subito isolata e nella palazzina sono intervenuti subito gli uomini della polizia

Una volante della polizia e la mortuaria sul posto (foto Mesa)

Lo hanno trovato in una pozza di sangue in una palazzina di quattro piani 'vecchia Milano'. Ferito a morte da almeno tre coltellate. Ha perso la vita così un ragazzo egiziano di 30 anni nella notte tra lunedì e martedì in viale Monza 101, accanto al cavalcavia dei treni.

Milad Sheker Camel Gerges (le indagini) è stato rinvenuto senza vita sul ballatoio della scala A. Le tracce di sangue però, stando a quanto ricostruito fin dal primo momento dagli uomini dell'Ufficio prevenzione generale della questura, provenivano dall'appartamento al primo piano che il ragazzo condivideva con altri immigrati egiziani come lui. Erano le 4.30. La prima volante, insieme agli infermieri dell'Azienda regionale emergenza urgenza, è arrivata sul posto alle 4.37. Li aspettava all'esterno uno dei residenti. A chiedere il loro aiuto sono stati alcuni di loro, che hanno sentito le urla e visto il 30enne, senza precedenti e regolare, agonizzante a terra. 

Video: ecco l'arrivo dei primi soccorritori e della polizia

L'omicidio in viale Monza: portati via i coinquilini

Inutile l'arrivo sul posto del personale del 118. Gli equipaggi di automedica e ambulanza non hanno potuto far altro che constatare la morte dell'uomo: troppo gravi le tre ferite - collo e torace - provocate dalla lama, che è stata rinvenuta e sequestrata.

L'area è stata subito isolata e nella palazzina sono intervenuti gli uomini della polizia scientifica e gli investigatori della Sezioni omicidi della Squadra Mobile di Milano, coordinati da Lorenzo Bucossi. L'ipotesi principale, fin dall'inizio, è stata quella dell'omicidio volontario: titolo del fascicolo aperto dal sostituto procuratore Francesco Ciardi.

Attorno alle 7.50 del mattino, gli agenti hanno portato via un ragazzo in manette. Due ore più tardi, al termine della prima fase dei rilievi, altri tre ragazzi sono stati accompagnati dai poliziotti sulle volanti. Direzione via Fatebenefratelli per essere interrogati in quanto 'testimoni' dell'accaduto. In serata il pm ha deciso di fermare un egiziano di 47 anni perché indiziato del delitto (qui i dettagli).

Foto: le volanti portano via l'uomo in manette

Omicidio in viale Monza a Milano (1)-3

Chi è la vittima dell'omicidio: il racconto dei vicini

"Feres (così lo ha chiamato, ndr) era un bravo ragazzo. Era un egiziano cristiano copto e faceva il muratore", racconta a MilanoToday un vicino di casa e conoscente della vittima. "Io sono tornato attorno alle 5 nella mia abitazione, perché lavoro di notte. Ho visto la polizia e mi sono allarmato". Un altro abitante del condominio, un uomo italiano, ha riferito che il loro "è un palazzo molto tranquillo. Vive gente da tutte le parti del mondo ma la situazione è sempre stata serena". 

Video: la palazzina teatro dell'omicidio

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Omicidi: uomo in carrozzina uccide la moglie

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Shirley, la baby sitter morta nello schianto tra un pullman Atm e un camion Amsa a Milano

  • Villaggio di Natale di San Siro, l'organizzazione ai clienti delusi: 'Le criticità verranno risolte'

  • Milano, Carrefour compra 28 supermercati Auchan da Conad: "Nessun esubero"

  • Milano, rapinato il ristoratore dei vip: "Pistola contro per rubarmi soldi contanti e orologio"

  • Incidente tra filobus Atm e camion Amsa: indagati per omicidio stradale i conducenti

  • Milano, sciopero Trenord in arrivo: treni a rischio per 24 ore e nessuna fascia di garanzia

Torna su
MilanoToday è in caricamento