Milano, operaio dei cantieri della M4 rimane schiacciato dai detriti a 18 metri di profondità: morto

L'infortunio è avvenuto verso le 18:30 in piazza Tirana. Sul posto due ambulanze e un'automedica del 118, oltre ai carabinieri e ai vigili del fuoco

L'incidente (foto B & V Photographers)

Un operaio di 42 anni è rimasto gravemente ferito dopo essere rimasto schiacciato dai detriti mentre stava lavorando all'interno di un cantiere della M4, a 18 metri sotto terra. È accaduto verso le 18:40 in piazza Tirana. Sul posto sono accorsi 118, con due ambulanze e automedica, i vigili del fuoco e i carabinieri della compagnia di Porta Magenta.

Il lavoratore, un italiano del '77, è rimasto parzialmente sepolto dalla caduta di alcuni massi, ma sarebbe riuscito a liberarsi. Le sue condizioni al momento dell'arrivo dei soccorsi comunque erano molto gravi: è stato trasportato all'ospedale San Carlo di Milano in arresto cardiocircolatorio, con manovre di rianimazione in corso. A riferirlo l'Azienda regionale emergenza urgenza e i militari.

Aggiornamento: l'uomo, Raffaele Ielpo, è morto in ospedale (la ricostruzione)


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio alla guida, accosta e ferma i vigili: "Documenti grazie, devo farvi la multa"

  • Incidente a Trezzano, auto passa col rosso e si schianta con 2 macchine: 12enne gravissimo

  • Milano, incidente in via Trevi: Smart si ribalta e piomba dentro al negozio di kebab, un morto

  • Sete dopo la pizza? Ecco perchè ti viene

  • Gabriele e Risqi, morti nel tragico schianto in autostrada: la loro auto è finita sotto un tir

  • Mezzi, a Milano si attende in media 9 minuti ogni giorno; e ce ne vogliono 43 per arrivare a destinazione

Torna su
MilanoToday è in caricamento