Viale Bligny, dal 15 novembre nuova ordinanza anti-dormitori

In vigore dal 15 novembre fino al 31 gennaio il provvedimento per lo stabile di Viale Bligny 42 che stabilisce l'obbligo per gli amministratori di condominio di segnalare irregolarità e per proprietari e usufruttuari delle abitazioni

Dovranno depositare obbligatoriamente delle schede sulla situazione degli alloggi presso gli uffici della polizia locale per segnalare irregolarità per proprietari e usufruttuari delle abitazioni , pena sanzioni di 450 euro. E' questa la nuova ordinanza stabilita per lo stabile di Viale Bligny 42 e per i suoi amministratori di condominio. L’ordinanza segue e ricalca quelle già in vigore nei quartieri di via Padova, via Sarpi, Corvetto e Imbonati-Comasina.

La situazione di irregolarità e di dormitori abusivi presenti nello stabile e molte volte denunciate a prefettura e forze dell'ordine, ha fatto scaturire questa ordinanza che è seguita da una mozione approvata il 30 settembre scorso dal Consiglio di Zona 5, per chiedere al Sindaco di emanare un’ordinanza specifica per quello stabile.

All'interno dello stabile si sono verificate, anche negli anni passati, numerose occupazioni abusive, con carenze igieniche e poca sicurezza con allacci abusivi di luce e gas, numerose anche le situazioni di morosità  per un terzo delle utenze. Negli anni  si sono purtroppo verificati degli episodi di violenza con risse e prostituzione, dove nel 2009 dopo 6 maxi blitz da parte di questura e carabinieri, sono stati oltre 500 le identificazioni, 24 gli arresti e 129 le persone denunciate.

Riccardo de Corato vice sindaco e assessore alla sicurezza dichiara “Sono oltre 5.000 le schede sugli affitti consegnate finora nei quartieri Padova, Sarpi, Corvetto e Imbonati-Comasina. E hanno già determinato numerosi controlli e interventi della Polizia Locale per verificare situazioni sospette e irregolari. Tanto che per 64 alloggi affittati a clandestini è stato richiesto il sequestro alla Magistratura e nell’ambito delle operazioni sono scattate 269 denunce e 22 arresti. Solo nell’area di via Padova, poi, dove sono arrivate 115 segnalazioni da amministratori condominiali e 52 esposti e querele dei residenti, sono 83 gli alloggi segnalati all’Asl, 118 all’Ufficio Igiene, 89 all’Agenzia delle entrate, 5 gli stabili dichiarati inagibili, 15 gli impianti a gas pericolosi sequestrati”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Ovest: motociclista tamponato finisce oltre il guard rail e viene travolto, morto

  • Milanese "razzista" e "salviniana" non affitta ai "meridionali": l'audio diventa virale

  • Milano, grosso incendio in Stazione Centrale: a fuoco un'area dove si rifugiano i clochard

  • Milano, la velina Giulia Calcaterra in ospedale: “Un batterio mi ha bucato il malleolo”. Le foto

  • Uomo trovato impiccato a un albero in un parco di Milano. Indaga la scientifica

  • Milano, paura in un cantiere a City Life: gru precipita dal 29° piano della Torre Libeskind

Torna su
MilanoToday è in caricamento