Viale Bligny, dal 15 novembre nuova ordinanza anti-dormitori

In vigore dal 15 novembre fino al 31 gennaio il provvedimento per lo stabile di Viale Bligny 42 che stabilisce l'obbligo per gli amministratori di condominio di segnalare irregolarità e per proprietari e usufruttuari delle abitazioni

Dovranno depositare obbligatoriamente delle schede sulla situazione degli alloggi presso gli uffici della polizia locale per segnalare irregolarità per proprietari e usufruttuari delle abitazioni , pena sanzioni di 450 euro. E' questa la nuova ordinanza stabilita per lo stabile di Viale Bligny 42 e per i suoi amministratori di condominio. L’ordinanza segue e ricalca quelle già in vigore nei quartieri di via Padova, via Sarpi, Corvetto e Imbonati-Comasina.

La situazione di irregolarità e di dormitori abusivi presenti nello stabile e molte volte denunciate a prefettura e forze dell'ordine, ha fatto scaturire questa ordinanza che è seguita da una mozione approvata il 30 settembre scorso dal Consiglio di Zona 5, per chiedere al Sindaco di emanare un’ordinanza specifica per quello stabile.

All'interno dello stabile si sono verificate, anche negli anni passati, numerose occupazioni abusive, con carenze igieniche e poca sicurezza con allacci abusivi di luce e gas, numerose anche le situazioni di morosità  per un terzo delle utenze. Negli anni  si sono purtroppo verificati degli episodi di violenza con risse e prostituzione, dove nel 2009 dopo 6 maxi blitz da parte di questura e carabinieri, sono stati oltre 500 le identificazioni, 24 gli arresti e 129 le persone denunciate.

Riccardo de Corato vice sindaco e assessore alla sicurezza dichiara “Sono oltre 5.000 le schede sugli affitti consegnate finora nei quartieri Padova, Sarpi, Corvetto e Imbonati-Comasina. E hanno già determinato numerosi controlli e interventi della Polizia Locale per verificare situazioni sospette e irregolari. Tanto che per 64 alloggi affittati a clandestini è stato richiesto il sequestro alla Magistratura e nell’ambito delle operazioni sono scattate 269 denunce e 22 arresti. Solo nell’area di via Padova, poi, dove sono arrivate 115 segnalazioni da amministratori condominiali e 52 esposti e querele dei residenti, sono 83 gli alloggi segnalati all’Asl, 118 all’Ufficio Igiene, 89 all’Agenzia delle entrate, 5 gli stabili dichiarati inagibili, 15 gli impianti a gas pericolosi sequestrati”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Incidente sulla Statale, schianto frontale tra due auto: un uomo morto e una donna grave

  • Cronaca

    Sesto, cade dalle scale in stazione e batte la testa a terra: ragazzo di ventotto anni in coma

  • San Siro

    Bambino ucciso dal padre in casa: San Siro lo ricorda con una fiaccolata

  • WeekEnd

    Cosa fare a Milano dal 24 al 26 maggio: tutti gli eventi

I più letti della settimana

  • Omicidio a Milano, bimbo di 2 anni ucciso di botte in via Ricciarelli: padre in fuga per ore

  • Alba di sangue a Milano, ragazzo accoltellato al culmine di una rissa fuori dalla discoteca

  • Terremoto vicino a Milano, registrata scossa di magnitudo 2.5 a Robecco sul Naviglio

  • Matteo, il ragazzino di sedici anni scomparso da Assago: "Non ho più nessuna notizia di lui"

  • Legnano, donna investita e uccisa da un treno in stazione: circolazione in tilt e ritardi

  • Morto a 15 anni per un malore Maicol Lentini, ex promessa dell'Inter

Torna su
MilanoToday è in caricamento