Milano, le case Aler occupate e trasformate in un "albergo" abusivo da 1.800 euro al mese

L'uomo, un 58enne, è stato denunciato per occupazione abusiva. Sarà anche multato

Foto repertorio

Quelle case, tecnicamente, non erano sue. Ma lui, senza farsi poi troppi problemi, aveva sfondato il muro, le aveva sistemate, arredate e le aveva trasformate nel suo nuovo lavoro. Un uomo di cinquantotto anni - un cittadino italiano - è stato denunciato dalla polizia con l'accusa di occupazione abusiva per aver trasformato due appartamenti Aler di piazzale Gabriele Rosa in un vero e proprio bed and breakfast. 

A mettere la polizia sulle sue tracce sono stati i residenti del palazzo al civico 9, stanchi per il continuo viavai dalla casa dell'uomo, e gli ufficiali della stessa Aler, insospettiti dal rumore.

L'ostello abusivo nelle case Aler 

Quando gli agenti sono arrivati davanti agli appartamenti 29, 30 e 31 hanno verificato che i primi due erano regolarmente chiusi con le lastre metalliche - erano stati sgomberati e "sigillati" dall'azienda -, mentre all'interno della 31 c'era proprio il 58enne. 

Ai poliziotti è bastato entrare nell'abitazione per scoprire che l'uomo aveva creato un varco nel muro che gli aveva permesso di accedere alle altre due case, già "unite" da Aler in precedenza. Così, dopo aver riservato a se stesso una camera da letto, "l'albergatore" aveva organizzato il bed and breakfast con tanto di reception e nove letti per gli ospiti. Ospiti che lui stesso cercava con annunci messi tranquillamente sul sito Subito.it e rivolti soprattutto a ragazze e ragazzi di passaggio in città o appena arrivati per lavoro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un mese lì, hanno raccontato alla polizia alcune giovani che avevano preso in affitto la stanza, costava duecento euro a persona per un giro d'affari totale di 1800 euro in trenta giorni. I poliziotti hanno denunciato il 58enne, che ora naturalmente rischia anche una multa salata per aver aperto un b&b senza nessuna autorizzazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • Coronavirus, il bollettino: 441 nuovi casi in Lombardia, ma terapie intensive sotto i 200

  • Spostamenti fuori regione dal 3 giugno: la Lombardia rischia di rimanere chiusa altre 2 settimane

  • Coronavirus, bollettino: altri 285 casi. "Nessun decesso segnalato" in Lombardia in un giorno

  • Esibizione Frecce Tricolori in Lombardia: video e immagini esibizione lunedì 25 maggio

  • Incidente in viale Monza, travolto e ucciso da un'auto mentre cammina sul marciapiede

Torna su
MilanoToday è in caricamento