Paola Caruso, una giornalista precaria contro il Corriere della Sera

Da sette anni collaboratrice del Corriere della Sera protesta contro la mancata assunzione a vantaggio di un neo giornalista di una scuola di giornalismo. Il direttore del Corriere: "Interrompa lo sciopero della fame"

Paola Caruso è una giornalista professionista da sette anni collaboratrice del Corriere della Sera. Da ieri è diventata famosa per essere entrata in sciopero della fame, e della sete per protestare contro l'editore e  il direttore, rei di un comportamento a suo dire vessatorio nei suoi confronti.

La sua storia l'ha raccontata sul suo Tumblr.

“Da 7 anni lavoro per il Corriere e dal 2007 sono una co.co.co. annuale con una busta paga e Cud. Aspetto da tempo un contratto migliore, tipo un art. 2. Per raggiungerlo l’iter è la collaborazione. Tutti sono entrati così. E se ti dicono che sei brava, prima o poi arriva il tuo turno. Io stavo in attesa.
La scorsa settimana si è liberato un posto, un giornalista ha dato le dimissioni [Jacopo Tondelli, ndr], lasciando una poltrona (a tempo determinato) libera. Ho pensato: “Ecco la mia occasione”. Neanche per sogno. Il posto è andato a un pivello della scuola di giornalismo. Uno che forse non è neanche giornalista, ma passa i miei pezzi. Ho chiesto spiegazioni: “Perché non avete preso me o uno degli altri precari?”. Nessuna risposta. L’unica frase udita dalle mie orecchie: “Non sarai mai assunta”. Non posso pensare di aver buttato 7 anni della mia vita. A questo gioco non ci sto. Le regole sono sbagliate e vanno riscritte. Probabilmente farò un buco nell’acqua, ma devo almeno tentare. Perché se accetto in silenzio di essere trattata da giornalista di serie B, nessuno farà mai niente per considerarmi in modo diverso”.


Dopo 24 ore la Caruso ha sospeso lo sciopero della sete. Sulla rete in molti hanno sposato la sua causa. Macchianera, uno dei blog italiani più letti e seguiti, ha sospeso le pubblicazioni rinviando direttamente al Tumblr di Paola Caruso.

In serata è arrivata la risposta del direttore del Corriere della Sera Ferruccio De Bortoli: “Non ho mai ricevuto dalla collega Paola Caruso la richiesta di un colloquio. Se lo farà, la riceverò volentieri, come faccio con tutti. Prego la collega Caruso di smettere lo sciopero della fame e di ritrovare serenità e misura”. Il comitato di redazione del Corriere della Sera ha reso noto di aver chiesto un incontro urgente con la direzione per discutere la vicenda.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, 'paziente covid positivo' attraversa la città con flebo e ossigeno: la performance

  • Milano, 15 volanti danno la caccia a un uomo: il folle inseguimento finisce in Buenos Aires

  • Incidente a Carpiano, scontro tra due auto piene di bambini: bimba di 7 mesi grave

  • Milano, ancora spari in via Creta: ragazzo di 32 anni gambizzato durante la notte, le indagini

  • Maltempo a Milano, violenta grandinata nel pomeriggio di venerdì: diversi allagamenti

  • Fanno esplodere la banca e scappano verso un campo rom: il bottino era di 60mila euro

Torna su
MilanoToday è in caricamento