"Vi ammazzo. Vi brucio vivi", e apre il gas per far esplodere casa: bambino fa arrestare papà

Il padre pretendeva che il figlio 13enne restituisse i regali di Natale. Poi l'aggressione

Repertorio

Il coraggio di un ragazzino di 13 anni ha permesso ai carabinieri di mettere le manette su suo padre. L'uomo, un pregiudicato 43enne, aveva appena aperto il gas della cucina ed era pronto a far esplodere la casa per uccidere la propria mamma 72enne e il figlio. "Stasera vi ammazzo, la facciamo finita proprio, vi brucio vivi e vi do fuoco", urlava a squarcia gola per terrorizzarli.

Orribile serata familiare, quella di domenica, all'interno di un appartamento in via Ceresio, zona Cimitero Monumentale, a Milano. A rompere la tranquillità casalinga ci ha pensato l'uomo, che secondo quanto ricostruito dai militari sarebbe tossicodipendente di cocaina. Prima che il figlio si addormentasse aveva cominciato a 'tormentarlo' con la infame pretesa che il ragazzino restituisse i regali di Natale. Un atteggiamento non nuovo nell'uomo, che abitualmente rubava gli oggetti dell'abitazione per rivenderli, stando alle dichiarazioni della madre del 13enne, che non era presente nel momento dell'aggressione.

Quando la folle pretesa sembrava terminata, il 13enne era riuscito ad addormentarsi per un po'. Ma poco dopo la mezzanotte però, forse per una crisi d'astinenza, il papà 43enne ha svegliato il ragazzo minacciandolo di morte. Così come ha cominciato ha inveire contro la mamma 72enne, intervenuta in difesa del nipotino. Attimi concitati durante i quali il pregiudicato ha aperto il gas della cucina, aprendo senza motivo anche il frigo e il freezer. Quando tutto sembrava precipitare inesorabilmente, l'uomo si è improvvisamente infilato in bagno. 

In quell'istante, il 13enne e la 72enne sono scappati in strada mentre il ragazzino telefonava i carabinieri. Le pattuglie del Nucleo Radiomobile, arrivate immediatamente, hanno trovato il giovane e la nonna in pigiama in mezzo alla via. Entrati in casa, dopo aver chiuso il gas, i militari hanno arrestato l'uomo, trovato effettivamente ancora all'interno del bagno. E' la prima volta che il 43enne viene denunciato per maltrattamenti in famiglia dalla mamma, tuttavia le vittime hanno confermato che l'atteggiamento violento del 43enne era una triste costante nella loro vita.

Potrebbe interessarti

  • Buono, fresco, colorato: ecco dove mangiare dell'ottimo poke a Milano

  • Come pulire le porte di casa

  • Come difendersi dai ladri in casa in estate

  • Come lavare i cuscini del divano

I più letti della settimana

  • Trovato morto Stefano Marinoni, il 22enne di Baranzate scomparso dal 4 luglio: la tragedia

  • Paura per il ciclista 16enne Lorenzo Gobbo: infilzato da un legno, polmone perforato. Foto

  • Sciopero di metro, bus e tram Atm: ecco gli orari dei mezzi per giovedì 11 luglio a Milano

  • Il "più grande mall mai realizzato": 100mila mq e 160 negozi nel nuovo centro commerciale

  • Sciopero nazionale dei trasporti in arrivo: a Milano a rischio metro, bus, tram, treni e taxi

  • Incendio a Segrate, fiamme nell'officina del rottamaio: enorme nuvola di fumo nero

Torna su
MilanoToday è in caricamento