Espone il pass disabili del padre morto, bufera sul vicesindaco di Sedriano

E' successo a Milano: l'uomo si è giustificato dicendo che aveva scambiato il pass del padre con quello della madre, anche lei disabile

Repertorio

Rischia di diventare un caso politico, nella cittadina di Sedriano (nel Milanese), la vicenda di un pass disabili di una persona defunta: è stato infatti esibito dal vicesindaco Davide Rossi, esponente del Movimento 5 Stelle, che però è stato "beccato" e adesso deve giustificarsi non solo con la polizia locale milanese ma anche con gli avversari politici locali.

L'uomo, che lavora alla Regione Lombardia, parcheggia la propria vettura in zona Gallaratese e poi prende il metrò. Quando è stato "immortalato" da uno scatto fotografico, era in via Falck, a qualche centinaio di metri dalla fermata di San Leonardo (M1).

Occorre precisare che in questa zona, da poco, il Comune di Milano ha istituito il sistema di sosta con strisce blu e pagamento della stessa nelle ore mattutine. In bella vista nell'auto parcheggiata campeggiava il pass disabili intestato al padre del vicesindaco di Sedriano, che però è defunto. Il politico si è giustificato spiegando di avere esibito il pass sbagliato: quello del padre anziché della madre, anch'essa disabile. 

La difesa: "Ho scambiato il pass di mio padre con quello di mia madre"

Gli avversari puntano il dito: se c'era davvero una persona con un handicap insieme al vicesindaco, perché parcheggiare relativamente lontano dalla fermata? Lui si difende. "E' vero, qualche volta è capitato per puro e semplice errore di esporre i pass disabili di mio papà defunto anziché quello di mia mamma. Entrambi i miei genitori erano e sono disabili al 100% e io avevo e ho l'onere e il dovere di figlio di accompagnarli ovunque. Mio papà è deceduto lo scorso fine maggio e il suo pass disabili è rimasto nella mia vettura. Non può succedere di confondere e scambiare il pass da esporre?".

Rossi contrattacca: "Una persona ha avuto il tempo di seguirmi e vedere dove parcheggio, di controllare il pass esposto e di scattare queste tre o quattro foto da ottobre a metà aprile. Un pedinamento vero e proprio. Provo tristezza per questa povera persona che nella vita si è ridotta a curarsi solo di ciò che io faccio". E infine: "Continuerò a fare il vicesindaco grillino ma soprattutto continuerò ad accompagnare il mio genitore disabile". 

Potrebbe interessarti

  • A Milano gli rubano la bici con cui sta viaggiando per il mondo, l'appello: "Aiutatemi"

  • Intolleranza al lattosio: come riconoscerla

  • Come avere i finanziamenti per riqualificare energeticamente la casa a Milano

I più letti della settimana

  • Appena arrivato a Malpensa inizia a tremare: muore 28enne 'mulo' del narcotraffico

  • Milano, due fratelli morti in una casa a Baggio: uno ucciso a coltellate, un altro impiccato

  • Morto il fumettista milanese AkaB, Gabriele Di Benedetto: aveva solo 43 anni

  • Omicidio suicidio a Milano: ammazza il fratello a coltellate, poi si impicca al balcone di casa

  • La notte folle di un uomo: fa sesso con una prostituta, poi ‘spara’, la rapina e si accoltella

  • Incidente a Zibido, si schianta alla rotatoria e l'auto si ribalta più volte: morto un 32enne

Torna su
MilanoToday è in caricamento