90 chili di pesce "clandestino" destinato a Milano e bloccato a Cattolica

Erano a bordo di un furgone: multati due asiatici

Il pesce sequestrato (Guardia Costiera di Cattolica)

Il pesce era già caricato su un furgone nel porto di Cattolica e pronto per essere trasportato a Milano. Ma è stato fermato dalla locale guardia costiera, che ha deciso di controllarlo dopo che il mezzo aveva destato qualche sospetto. 

A bordo del furgone due uomini di origine asiatica. Ingente la quantità di pesce nel furgone: più di 90 chili di vongole, calamari, scampi e spigole sprovviste delle bolle di accompagnamento obbligatorie per legge, grazie a cui è possibile tracciare il prodotto ittico dalla cattura alla prima vendita, garantendo così la qualità al consumatore finale.

I due uomini sono stati multati per 1.500 euro. Il pesce, alla fine, è risultato commestibile, per cui le autorità portuali lo hanno devoluto in beneficenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, turista sequestrata e violentata dentro un McDonald's: le fratturano anche il naso

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • La procura sequestra il Villaggio di Natale a Milano: a rischio l'apertura del mega parco

  • Incidente a Milano, perde il controllo dell'auto: finisce nel ristorante, paura in piazzale Martini

  • Influencer per sfida in piazza Duomo, torna la seconda volta: identificata con l'autista

  • Milano, lite in strada tra due donne per 50 euro: uomo le separa ma viene accoltellato

Torna su
MilanoToday è in caricamento