Scoperta una mega piantagione di marijuana nella villetta: oltre 1000 piante, un arresto

In manette è finito un netturbino di 51 anni. Nel giardino oltre mille piante di marijuana

La piantagione nella villetta di Ossona

Professione ufficiale: netturbino. Secondo “lavoro”: coltivatore, con la passione - evidentemente - per la marijuana. 

Un uomo di cinquantuno anni, con precedenti per droga, è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Corbetta con le accuse di produzione, traffico e detenzione di sostanze stupefacenti. 

Nel giardino dietro la casa del cinquantunenne - una villetta a Ossona - i militari hanno scoperto 1.041 piante di marijuana, tutte alte tra il metro e i due metri e mezzo.

A portare i carabinieri sulle tracce del “coltivatore” sono state alcune segnalazioni dei residenti di zona, che poi gli stessi militari hanno verificato con l’aiuto di un drone. 

La piantagione di marijuana nella villetta di Osssona

droga piantagione marijuana-2

Proprio le immagini girate dall’alto, hanno permesso agli uomini dell’arma di provare l’esistenza della piantagione di marijuana e di individuare le piante, nascoste in tre diversi punti del giardino.

Nella villetta del cinquantunenne sono stati trovati anche trecento grammi di marijuana già pronti per la vendita, bilancini e materiale per il confezionamento delle dosi. 

Le indagini dei carabinieri continuano ora per accertare se il netturbino svolgesse il lavoro per altri o se fosse lui direttamente a occuparsi della coltivazione, della produzione e della vendita della droga.

Il cinquantunenne, al momento, si trova nel carcere di San Vittore. 

Altra piantagione di marijuana a Bareggio

Una scoperta simile - anche se di dimensioni minori - è stata fatta anche a Bareggio, dove la guardia di finanza di Rho ha trovato venticinque piante di cannabis in un campo coltivato a granoturco

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La piantagione era quasi invisibile, tanto che ci si poteva arrivare soltanto attraverso un cunicolo ricavato sotto la vegetazione. I militari delle fiamme gialle sono riusciti a notarla grazie agli elicotteri e hanno immediatamente sequestrato il tutto: le piante avrebbero prodotto circa settanta chili di "erba", che venduta sul mercato avrebbe fruttato cinquantamila euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, mascherine gratis in Lombardia: ecco dove ritirarle, a Milano sono 900mila

  • "Sono affamato": l'Esselunga gli regala la spesa, e lui sputa in faccia al vigilante

  • Scuola e Coronavirus: "Incalzata, la ministra Azzolina ha abbandonato la chat. Surreale"

  • Coronavirus, a Milano continuano a crescere i contagi. Oltre 9mila morti in tutta la Regione

  • Coronavirus, a Milano 411 nuovi positivi in 24 ore: "La curva dei contagi è preoccupante"

  • Coronavirus, 99 malati in più a Milano nelle ultime 24 ore. «Serve ultimo sforzo»

Torna su
MilanoToday è in caricamento