La notte da incubo di una donna: sequestrata dal compagno, pestata e quasi strangolata

La vittima, dopo ore di terrore, si è presentata in ospedale piena di lividi e ferite. I fatti

Foto repertorio

Ha passato quasi dodici ore in ostaggio nel suo appartamento, presa a botte e a bottigliate dal compagno accecato dalla gelosia. Quello stesso compagno che già per due volte nell'ultimo mese l'aveva picchiata e che lei aveva sempre perdonato. Almeno fino a domenica. 

È stata una notte horror quella tra sabato e domenica per una donna 30enne di Triuggio, in Brianza, che si è trovata a fare i conti con la furia del suo uomo, un egiziano di trentacinque anni residente a Sesto San Giovanni. Tutto è iniziato quando il 35enne ha atteso la compagna fuori dal luogo di lavoro, convinto di trovarla in compagnia del suo amante e di dimostrare così che aveva ragione a credere che lei lo avesse tradito. 

Botte e dita sui cavi elettrici

La donna, che invece era uscita da sola al termine del proprio turno, è salita sulla vettura del 35enne e insieme si sono diretti proprio in Brianza, nell’appartamento da poco acquistato dalla vittima. Qui è iniziato l’incubo: l’uomo ha cominciato a insultare pesantemente la donna e a picchiarla. In pochi istanti il 35enne ha perso il controllo e l'ha costretta a toccare alcuni fili elettrici scoperti collegati alla corrente fino ad arrivare a provare a strangolarla con un cavo elettrico. E poi ancora botte, lividi e bottigliate su tutto il corpo fino al mattino.

Solo dopo ore di sofferenza, all’alba di domenica, la vittima è riuscita a divincolarsi e a fuggire: così ha raggiunto, piena di lividi, sanguinante e spaventata, il pronto soccorso del San Gerardo di Monza, dove i medici le hanno diagnosticato una prognosi di ventidue giorni. 

Gli altri pestaggi per gelosia

In ospedale sono arrivati anche i poliziotti del commissariato, che hanno ascoltato il racconto della donna che si finalmente è convinta a denunciare il compagno che già in altre occasioni l’aveva aggredita, a calci e pugni, per gelosia. Nel mese di febbraio, a Sesto San Giovanni, sotto casa del 35enne, la donna è stata afferrata per i capelli, colpita al volto da una gomitata e presa a calci.

Due giorni dopo poi si è ripetuta la stessa scena. Ora l’uomo, che ha precedenti per lesioni, tentata estorsione e guida in stata di ebbrezza, è stato denunciato.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (8)

  • Ho smesso di leggere alla terza riga...non mi interessano proprio queste storie...lei di Triuggio lui egiziano...ve la cercate cavoli vostri !!!

  • questa è la mentalità tipica degli italiani, l'egiziano si è integrato perfettamente. avrà avuto qualche vicino di casa salviniano ed ha preso spunto da lui

  • A parte i commenti razzisti che tanto sono la quotidianeità, io sinceramente non capisco queste donne, che dopo che vengono prese seriamente a botte, robe che anche due uomini, almeno uno ne uscirebbe molto male, continuano la loro vita come se nulla fosse. Penso che alcune donne si comportano così perchè abituate, non volgiate capire che giustifico l'Uomo, ma sinceramente se la violenza è reiterata, non mi viene nemmeno di dire poverina alla malcapitata. Ho conosciuto ragazze che giusti******vano le botte del ragazzo con "lo fa perchè mi ama davvero", ed io mi limitavo a pensare che fossero pazze.

  • anzichè "è stato denunciato" avrei preferito leggere "è stato seviziato e messo in condizione di non nuocere più nemmeno a una formica" oppure "è stato impiccato in piazza " (Ucciderne uno per addestrarne 100). gentaglia che non dovrebbe avere nemmeno il diritto di respirare

    • pienamente d accordo con te

  • donne ma che c,a..z.zo vi andate a mettere con sti africani?????

  • africani di m.e,rr,da

  • Feccia.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Incendia un bus con ragazzini delle medie: "Sy può colpire ancora, deve restare in carcere"

  • Cronaca

    Milano, Giuseppe Biesuz arrestato a Linate: l'ex Ad di Trenord fermato ai controlli, in cella

  • Cronaca

    Trovato ubriaco alla guida 2 volte in un giorno: tripla denuncia e sequestro di auto e motorino

  • mobilità

    A1 Rogoredo-Corvetto, prima i lavori e poi, tra 5 mesi, due autovelox

I più letti della settimana

  • Incendio bus sulla Paullese: autista dirotta e dà fuoco al mezzo: "Voglio vendicare i morti in mare"

  • Autista dirotta autobus con ragazzini e poi gli dà fuoco: "Da qui non esce vivo nessuno"

  • Incidente a Buccinasco, auto pirata investe famiglia e fugge: 4 bimbi travolti, tre sono gravi

  • Meningite, morta Federica: ragazza di 24 anni

  • "C'è una bomba vicino al Duomo": telefonata fa scattare l'allarme, denunciato mitomane

  • Ragazzino fermato dalla polizia chiama i genitori, ma loro sono due ricercati: arrestati

Torna su
MilanoToday è in caricamento