La mamma non gli dà i soldi per la droga, lui la picchia: uomo di 30 anni arrestato a Milano

In manette un trentenne italo cinese. Sua madre, una 59enne, è stata medicata sul posto

Foto repertorio

Dopo il "no" di sua madre è partita la violenza. Botte, insulti e minacce in quella casa che ormai per la vittima era diventata un inferno. Quella stessa casa da lui, questa volta, è uscito in manette. 

Un uomo di trenta anni, un italiano di origini cinesi, è stato arrestato martedì mattina dalla polizia con l'accusa di maltrattamenti in famiglia. L'allarme è scattato verso le 10, quando la madre dell'uomo - una 59enne - ha chiesto aiuto al 112 spiegando che suo figlio la stava picchiando e minacciando all'interno del loro appartamento, una casa in zona Chinatown. 

Ascoltata dai poliziotti, la donna ha raccontato che le violenze erano ormai quotidiane. Sempre lo stesso il motivo: i soldi per la droga che il 30enne - con problemi conclamati di tossicodipendenza - pretendeva dalla vittima. 

L'uomo è stato quindi arrestato e portato in carcere. La 59enne, che aveva lividi sulle braccia e sul corpo, è stata medicata da un equipaggio del 118 ma ha poi rifiutato il ricovero in ospedale. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, militare pugnalato alla gola in Stazione Centrale da un passante che urla "Allah akbar"

  • Milano, tenta di incassare il gratta e vinci rubato: beccato, in casa ne aveva altri 600

  • Milano, fumo nero e puzza di bruciato da Spontini in via Marghera: arrivano i pompieri

  • Esplosione nella fabbrica di cannabis light: fiamme alte 10 metri, feriti padre e due figli

  • Sciopero venerdì 27 setttembre, a Milano si fermano per 24 ore i mezzi Atm: orari di metro

  • "Ritrovo di pregiudicati", la questura chiude tre bar di zona Certosa

Torna su
MilanoToday è in caricamento