Picchia selvaggiamente la moglie: lei urla per attirare l'attenzione e i carabinieri la salvano

E' successo venerdì mattina in un caseggiato popolare di Milano

Le ferite sul braccio della ragazza

Probabilmente ha iniziato a urlare perché ha sentito un via vai sulla scala del condominio in cui vive, e voleva attirare l'attenzione. Certamente, anche perché ormai non resisteva più. Non poteva più sopportare le botte, le angherie, il timore che possa succedere qualcosa anche alla figlia di appena un anno. 

E le sue urla disperate hanno avuto successo. Hanno infatti attirato l'attenzione di un tecnico di A2A che si trovava, appunto, sulle scale del condominio della palazzina popolare in zona San Siro, verso le dieci di mattina di venerdì 29 giugno, per fare dei lavori, e che non ha girato la testa dall'altra parte, ma ha bussato alla porta non prima di avere chiamato il 112. 

Dietro la porta una ragazza afghana di 22 anni, da sola con la figlioletta di un anno (nata in patria), che in un inglese stentato ha chiesto aiuto. Un carabiniere donna è riuscita a mettere a suo agio la giovane e a farsi spiegare con calma cos'era successo e il perché delle sue grida disperate.

La ragazza aveva chiari segni di cinghiate sul corpo sulle braccia e, secondo quanto da lei riferito, in passato ha ricevuto anche una coltellata dal bruto, che però non ha mai denunciato per timore di ritorsioni.

Matrimonio combinato

La storia - drammatica - della 22enne inizia con un matrimonio combinato in Afghanistan, con un connazionale di 30 anni. I due hanno una figlia e, al di là dei dettagli che i carabinieri stessi preferiscono non divulgare troppo, vengono a vivere a Milano. Da circa tre mesi - riferiscono i carabinieri - la donna viene selvaggiamente picchiata dal consorte, che peraltro sopraggiunge nell'abitazione mentre i carabinieri sono ancora sul posto.

L'uomo viene arrestato immediatamente: risponde di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. Quanto alla 22enne e alla figlioletta, vengono trasferite in una struttura protetta. Dall'inizio del 2018, i carabinieri hanno effettuato 109 arresti per i reati di maltrattamenti, stalking e atti persecutori. Le denunce a piede libero sono state 50, gli allontanamenti 7.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (29)

  • Avatar anonimo di fra
    fra

    sarebbe carino avere questa statistica divisa per etnia del picchiatore, così potremmo valutare se è vero che ci arricchiscono con la loro presenza o meno. certo gli italiani già fanno abbastanza schifo da soli, proprio per questo agigungerne altri non sembra saggio

  • Nello stabile abiteranno solo tanti Abdul e Ahmed per il quali il comportamento del marito risulta più che norme....

  • Lei puó rimanere lui dovrebbe essere parcadutato nudo in zona di guerra dalle sue parti

  • schifoso

  • Nei confronti di questi ignoranti prenderli loro a cinghiate non vuol dire essere razzista ma fargli capire di portare rispetto per le donne. Io lo riempirei di cinghiate fino a quando chiede pietà. E a quel punto continuo.....

    • Condivido pienamente Paolo

  • con questo nn voglio giudicare di più di quello che questi selvaggi del 2000 fanno nel nostro paese , ma un dimentichiamo gli italiani che nn sono x nulla immuni da simili comportamenti xké le bestie nn hanno nazionalità specifiche , sono bestie e basta , ma questi vanno rinchiusi in carcere nei loro paesi o nn fargli mai mettere piede in Italia

    • sono.d'accordo.con.te

    • Esattamente

  • purtroppo pensano che possono fare quello che vogliono con i più deboli ....scusate ma perché questi hanno una casa popolare .....potere assoluto

    • hanno una casa popolare perché diamo diritti a chi non merita nulla.

  • Ciò che mi sgomenta ulterioemente è l'omertà di chi convive nello stabile, era consuetudine venisse picchiata selvaggiamente, nessuno aveva né tempo né coraggio di fare una telefonata? Anche spiegando di voler restare anonimo al tizio? Lui è incommentabile tanto quanto chi faceva finta di nulla udendo grida e altro. Grazie al tecnico a2a

    • dccordissimo.con.te.ma.aggiungo.anche.che.questo.è.un.mostro

    • Hai perfettamente ragione Mary Applaudo il coraggio e l’umanità del tecnico e delle forze dell’ordine che fanno un enorme lavoro rassicurando ed aiutando le vittime

    • veramente

  • Brutta gente, non merita nulla

  • appendiamolo per le palle con uno scorsoio di filo spinato e cinghiamolo! (non sono razzista, e rispetto le culture), ma quando ci vuole...

    • Io invece ormai sono diventato razzista.

      • non sono razzista, è lui che è Afghano... cmq una volta in zona carcere, illo tempore in zona S.Ambrogio/Cattolica c'era un bel museo delle torture. Perché sprecare una cella del carcere?

  • Quello che dalle loro parti è la normalità qua è reato. Questa donna in Italia troverà la serenità che le sarebbe mancata. Benvenuta a lei ed alla figlioletta. In carcere a cinghia te il marito in attesa di essere rispedito a casa sua. Ecco la differenza tra un afghana benvenuta ed un afghano indesiderato.

    • BRAVISSSISISIS@ White!!!!

  • vengono con le loro tradizioni medievali e poi si stupiscono che vengono massacrate di botte

    • Non credo fosse stupita ma semplicemente stufa.

      • certamente ma chi non ha testa ha gambe.Non ti sposi uno sconosciuto per tradizione e non ci fai un figlio.

        • Culture anni luce alla nostra. Sono delle Realtà diverse che se non capiamo ben potremo nemmeno opinare. Non credo ci sia una persona che voglia essere maltrattata ne uomo ne donna. Rispetto.

          • sono.daccoydo

          • delle realtà diverse che qui non devono mettere piede MAI

        • vedi Alessio, per noi è impensabile che una donna x cultura accetti di sposare uno sconosciuto e farci un figlio, ma se hai seguito un po' la cronaca, in alcuni paesi, questa è la "legge" e se non la rispetti, in alcuni casi,muori e magari per mano dei tuoi stessi familiari..... quindi non arriviamo a conclusioni pensando,che, tutto il mondo funzioni allo stesso modo...

          • ma io ne sono consapevole del modo di m er da in cui vivono queste persone ma dopo non sono stupito ogni volta che leggo queste notizie e non mi scandalizza neanche chi è causa del suo mal pianga se stesso.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Violenta rapina a Milano: nella gang c'è una ragazzina armata che poi spara ad un amico

  • Certosa

    Rapinava le donne sole alle fermate degli autobus: arrestato il 'terrore' delle ragazze

  • Cronaca

    Ragazzino preso a calci e coltellate per una donna dai latinos: il video del tentato omicidio

  • Cronaca

    Città Studi, palazzo evacuato per fuga di gas: paura tra i condomini

I più letti della settimana

  • Milano, Area B parte il 25 febbraio: Diesel "al bando" in città, sarà la Ztl più grande d'Italia

  • Perde il controllo del tir, si schianta contro il guardrail e abbatte un palo: morto un 30enne

  • Sciopera Milano Ristorazione e ai bimbi a scuola viene servito questo tramezzino: foto

  • Travolge e uccide un pedone: figlia della Boccassini indagata per omicidio stradale

  • Omicidio durante lite violenta: gli lancia una bicicletta, morto

  • Milano, rapina in farmacia, inseguimento e spari: arrestati una 18enne e un 19enne

Torna su
MilanoToday è in caricamento