Picchia con calci e pugni moglie e figlio di 7 anni: allontanato di casa ma non arrestato

E' stato allontanato 'con la forza' dall'abitazione familiare e adesso ha il divieto assoluto di avvicinare figli e moglie

Immagine di repertorio

Ha picchiato il figlio di sette anni sul volto e sulla schiena e poco prima aveva litigato anche con la moglie, per l'ennesima volta. E' stato allontanato 'con la forza' dall'abitazione familiare, in via Fratelli Rizzardi, e adesso ha il divieto assoluto di avvicinare figli e moglie.

Protagonista un uomo senegalese di cinquant'anni, regolare in Italia. Giovedì sera, intorno alle ventuno, al termine di un litigio con la compagna, un'italiana di quaratandue anni, ha malmenato anche il figlio piccolo. La coppia da tempo è in crisi ed è per questo motivo che in casa non c'era più pace, perché l'uomo, con problemi di alcolismo - anche giovedì era ubriaco - non accettava al cosa. Il bambino è stato portato all'ospedale San Carlo: medicato, è stato dimesso con una prognosi di due giorni.

Sul posto è intervenuta la polzia. Non essendo stato colto in flagranza di reato, la polizia ha provveduto all'allontanamento familiare e non all'arresto. All'uomo è quindi impedito avvicinare la moglie e i figli, e anche contattarli telefonicamente o via mail.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, militare pugnalato alla gola in Stazione Centrale da un passante che urla "Allah akbar"

  • Esplosione nella fabbrica di cannabis light: fiamme alte 10 metri, feriti padre e due figli

  • Sciopero venerdì 27 setttembre, a Milano si fermano per 24 ore i mezzi Atm: orari di metro

  • Incidente sull'A4, camion ribaltato in mezzo alla carreggiata: sei chilometri di coda

  • Milano, ragazza incinta accoltellata alla gola: l'aggressore era appena uscito di prigione

  • Jova beach party a Linate, come raggiungere il concerto: treni speciali e tutte le strade chiuse

Torna su
MilanoToday è in caricamento