Donna pestata a sangue dall'ex marito davanti al figlio: le spacca il naso e la faccia a pugni

L'aggressione a Vaprio. L'uomo, un 37enne marocchino, è stato arrestato dai carabinieri

Da quell'uomo si era ormai di fatto separata. Neanche questa scelta, però, l'ha salvata - per l'ennesima volta - dalle botte. 

Una ragazza di ventuno anni, una giovane marocchina, è stata aggredita e pestata a sangue nella notte tra venerdì e sabato dal suo ex marito, un uomo - suo connazionale - di trentasette anni. 

L'allarme è scattato poco dopo la mezzanotte. Al loro arrivo, i carabinieri hanno trovato la 21enne visibilmente ferita e terrorizzata. In casa, accanto a lei, anche il figlioletto, che ha assistito alle violenze. 

La giovane è stata portata all'ospedale di Vimercate, dove i medici le hanno diagnosticato una prognosi di quindici giorni per "contusione facciale con infrazione ossa nasale e ferita lacero contusa". Lei stessa, dopo le cure, ha raccontato ai carabinieri di altri gravi episodi di maltrattamenti subiti nei mesi precedenti. A quel punto per il 37enne sono scattate le manette: per lui si sono aperte le porte del carcere di San Vittore. 

Potrebbe interessarti

  • Come riconoscere l'allergia al nichel?

  • Perchè alcune persone vengono punte dalle zanzare e altre no?

  • Come avere labbra carnose ed ottenere un effetto volumizzante

  • Problemi di pancia gonfia? Scopri i rimedi naturali più efficaci

I più letti della settimana

  • Milano, una notte di fuoco in via Palmanova: furioso incendio nel centro commerciale. Foto

  • Studentessa 22enne della Bocconi morta a Napoli: è precipitata dal settimo piano

  • Sciopero generale trasporti il 24 luglio, blocco totale: gli orari dello stop a mezzi Atm e treni

  • Paura all'Esselunga: donne aggrediscono la guardia con una siringa infetta dopo la rapina

  • Marco, il ragazzo trovato morto in piscina a Milano: la tragedia dopo un bagno di notte

  • Tragico incidente sulla A4, schianto fra tre auto: sette feriti, una bimba di 5 anni in coma

Torna su
MilanoToday è in caricamento