"Stavolta ti ammazzo": cerca di strangolare la moglie, la donna scappa in strada e si salva

L'uomo, un 40enne ucraino, è stato arrestato dalla polizia. Da anni maltrattava la moglie

Oltre quattro anni fa l'aveva picchiata, l'aveva mandata in ospedale. Da allora aveva accumulato denunce e querele e ad aprile di quest'anno per lui era stato disposto l'allontanamento dalla casa familiare. Ma lei, nonostante questo, l'aveva perdonato e riaccolto a casa, proprio quella casa in cui lui l'ha aggredita di nuovo. 

Un uomo di quaranta anni, un cittadino ucraino, è stato arrestato dalla polizia nella notte tra lunedì e martedì con l'accusa di maltrattamenti in famiglia nei confronti di sua moglie, una connazionale 43enne dalla quale ha avuto una figlia che oggi ha otto anni. 

A chiedere l'intervento degli agenti, alle 2.20, è stata proprio la vittima, che è fuggita dall'appartamento in cui i due vivono insieme - una casa in via Lancetti - e ha telefonato al 112. Al loro arrivo i poliziotti hanno visto la donna terrorizzata, sconvolta e con degli eventi segni al collo. Lei stessa ha raccontato che aveva iniziato a discutere con l'uomo già a ora di cena. Poco dopo lui era uscito e verso le due era tornato a casa ubriaco. 

A quel punto le aveva messo le mani al collo cercando di soffocarla e le aveva urlato: "Stavolta ti ammazzo". I poliziotti lo hanno trovato ancora nell'appartamento, visibilmente fuori di sé, tanto che si è opposto all'arresto - è stato anche denunciato per resistenza - e tanto che gli agenti hanno dovuto bloccargli le gambe con le fascette di contenimento. I poliziotti hanno poi accertato che i maltrattamenti andavano ormai avanti da anni: la prima denuncia era del 2015, l'ultimo provvedimento di aprile, quando era stato allontanato da casa su ordine dell'autorità giudiziaria. 

Ma lunedì sera era ancora in quell'appartamento. A picchiare ancora la sua vittima. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Ovest: motociclista tamponato finisce oltre il guard rail e viene travolto, morto

  • Milanese "razzista" e "salviniana" non affitta ai "meridionali": l'audio diventa virale

  • Milano, militare pugnalato alla gola in Stazione Centrale da un passante che urla "Allah akbar"

  • Milano, tenta di incassare il gratta e vinci rubato: beccato, in casa ne aveva altri 600

  • Milano, fumo nero e puzza di bruciato da Spontini in via Marghera: arrivano i pompieri

  • Folle colpo al centro commerciale: i rapinatori 'speronano' i carabinieri e c'è una sparatoria

Torna su
MilanoToday è in caricamento