Automobilisti urtano ciclista e gli spaccano il viso

Prima lo urtano, poi, dopo le rimostranze, scendono dalla macchina e lo pestano: un ciclista è finito all'ospedale con volto tumefatto. E' accaduto in via Vitruvio

Un ciclista di 44 anni è stato aggredito a pugni, a Milano, da una coppia di automobilisti per motivi di viabilità. E' accaduto alle 17 di domenica in via Vitruvio, dove l'uomo ha raccontato di essere stato urtato da una Golf colpevole di una manovra azzardata.

Dopo un rapido scambio verbale, dall'auto è sceso l'automobilista, un italiano, che lo ha colpito al volto con un pugno.

Anche la passeggera è intervenuta, bloccando il ciclista per le braccia mentre l'uomo lo picchiava. Infine sono scappati.

Due testimoni hanno confermato alla polizia la versione del 44enne, trasportato all'ospedale Fatebenefratelli per una tumefazione al viso.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Avatar di Mou
    Mou

    serp òli rintraccino.Auguro al malcapitato una pronta guarigione.Per quanto riguarda il lato tecnico concordo pienamente con Luca che di regole ne sa meglio di me.

  • Avatar anonimo di luca
    luca

    Ecco chi sono gli arroganti del volante, criminali. E' molto facile per chi non rispetta le minime regole civili di convivenza, sfociare nella violenza criminale come in questo caso. Questi sono CRIMINALI, non ci sono altri termini per definire gente del genere. Spero che vengano rintracciati e arrestati al più presto, gente che commette atti del genere, facilmente saranno in grado di ripeterli.

  • Avatar anonimo di Marchetta
    Marchetta

    Prima di giudicare, occorrerebbe vedere com'è andata veramente. Magari questo ciclista ha fatto una manovra rischiosa e si è messo anche a insultare violentemente l'automobilista. Mai giudicare senza sapere, grazie.

    • Avatar anonimo di luca
      luca

      Se verranno rintracciati, quei criminali, avranno dai 3 mesi ai 3 anni di reclusione per pensare se ne sarà valsa la pena della loro aggressione ingiusti******ta (perchè tale è ogni agressione, se non giusti******ta solo dalla legittima difesa). Quindi come è andata poco importa, anche se per il codice stradale avesse torto il ciclista.

    • Avatar anonimo di Vane
      Vane

      E se vi è un problema, chiami la Polizia. Non ti fai giustizia da solo, perchè ti senti il padrone del mondo. Non è questo un Paese Civile? Forse me lo ricordo male. Forse, non lo é Mai stato.

    • Avatar anonimo di Vane
      Vane

      Io son stupita di leggere il commento del lettore che afferma: mai giudicare, perchè non si sa come siano andate le cose. Ma siamo impazziti? Ma stiam tornando al medioevo? Cos'è, allora se avesse avuto una pistola a porta di mano gli avrebbe sparato e sarebbe stato giusti******bile? Ma quali azioni disumane e fuori controllo stai cercando di motivare? Queste sono reazioni che fanno preoccupare, e se fossi nella persona andrei da un medico, non è che si possa picchiare a sangue chiunque, e per cosa? Riflettete.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Milano, anziani morti in camera da letto: lui con una pistola in pugno, lei con dei fiori in mano

  • Politica

    Milano, risultato referendum: anche in città vince il 'No'. La Lega milanese: "Renzi a casa"

  • Cronaca

    Milano, ubriaco sulla banchina della metro, cade e viene investito: salvo per miracolo

  • Cronaca

    Paura alla mostra di Real Bodies: visitatore sviene per due volte e resta incosciente

I più letti della settimana

  • Esplosione in raffineria a Sannazzaro de’ Burgondi: “Rimanete chiusi nelle vostre case”

  • Protesta in centro a Milano, traffico in tilt: ambulanti in strada per dire “No Bolkestein”

  • Va in ospedale per dolori addominali: studentessa muore di meningite

  • Muore sul treno: stava cercando i sintomi dell'infarto sul cellulare

  • Sesso con ragazzini per soldi: condannato a 2 anni il presentatore tv hot, ma niente carcere

  • Studentessa morta di meningite: profilassi all'Università Statale di Milano e al Niguarda

Torna su
MilanoToday è in caricamento