Botte e insulti: l'incubo di due donne picchiate da fidanzato e nipote nella stessa casa

I quattro vivevano insieme in una casa in zona Barona. Lunedì i due sono finiti in manette

Lui, il più grande, picchiava con continuità la compagna, ormai da tempo. L'altro, un ragazzo ancora minorenne, sfogava la sua rabbia contro la zia, anche lei da tempo costretta a subire minacce e violenze. 

Gli agenti della Questura di Milano hanno arrestato lunedì pomeriggio due uomini - un 22enne e un 17enne, entrambi cileni - con l'accusa di maltrattamenti in famiglia nei confronti di una ragazza cilena 24enne, compagna del giovane, e di una donna, anche lei cilena, di quarantotto anni, zia del 17enne. 

L'allarme è scattato verso le 15, quando la 24enne ha chiesto aiuto al 112 perché il suo compagno la stava picchiando ancora una volta. La giovane, raggiunta in un appartamento della Barona, ha ricostruito con i poliziotti i suoi due anni di inferno: ha raccontato di essersi fidanzata con lui nel 2017, di aver avuto una figlia con lui a settembre 2018 e di aver "perso" quella stessa bimba a dicembre, quando aveva denunciato per la prima volta il fidanzato e i servizi sociali avevano deciso di mettere la piccola in comunità. 

Nonostante questo i due fidanzati si erano ritrovati e lei aveva deciso di tornare a casa dal 22enne, dove vivono anche il 17enne e la zia. Lunedì, dopo l'ennesima aggressione, la giovane ha di nuovo allertato la polizia e per il compagno sono scattate le manette ed è finito a San Vittore. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Proprio mentre i poliziotti erano lì, la zia ha deciso di denunciare suo nipote, raccontando delle botte subite e confessando agli agenti il sospetto che il 17enne spacciasse. Un sospetto che è diventato realtà quando gli agenti hanno trovato nella sua stanza 60 grammi di hashish: il ragazzo è stato portato al Beccaria per maltrattamenti in famiglia e spaccio. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, 'paziente covid positivo' attraversa la città con flebo e ossigeno: la performance

  • Milano, 15 volanti danno la caccia a un uomo: il folle inseguimento finisce in Buenos Aires

  • Elena e Diego, i gemellini milanesi uccisi dal loro papà: ecco le prime verità dell'autopsia

  • Incidente a Carpiano, scontro tra due auto piene di bambini: bimba di 7 mesi grave

  • Milano, ancora spari in via Creta: ragazzo di 32 anni gambizzato durante la notte, le indagini

  • Tragedia a Pero, bambino di 5 anni muore soffocato mentre mangia una brioche in casa

Torna su
MilanoToday è in caricamento