Lascia 1,5 milioni di euro ai dipendenti: "Siete la mia famiglia"

E' morto lo scorso giugno, a 87 anni, ma prima di andarsene ha disposto nel suo testamento una donazione da un milione di euro al personale della sua azienda, la Enoplastic di Bodio Lomnago, nel Varesotto

E' morto lo scorso giugno, a 87 anni, ma prima di andarsene ha disposto nel suo testamento una donazione da più di 1 milione di euro al personale della sua azienda, la Enoplastic di Bodio Lomnago, nel Varesotto. E' stato il gesto di amore per chi lavorava con lui di Piero Macchi (chi era).

Il premio, spartito tra i 280 dipendenti con importi che variano a seconda dell'anzianita' e del livello di servizio, e' arrivato in una busta a dicembre, come riportano alcuni quotidiani.

Gli stessi lavoratori hanno reso pubblica la busta, alla quale era allegata anche una lettera in cui la moglie di Macchi ricorda il marito e il profondo legame con i suoi dipendenti.

La Enoplastic, fondata nel 1957 e oggi leader nel settore di capsule e chiusure per bottiglie di vino, conta 280 dipendenti e quattro filiali in Spagna, Nuova Zelanda, Australia e Stati Uniti. 

Potrebbe interessarti

  • Schiamazzi e lite furibonda all'una di notte in strada

  • Dolore alla cervicale: i rimedi per combatterlo

  • Piante grasse in casa: ecco perchè fano bene alla salute

  • Gli alimenti alternativi al caffè che ti tengono sveglio

I più letti della settimana

  • Sabato di maltempo a Milano: allerta meteo arancione della protezione civile per temporali

  • Milano, "tentato suicidio" a Famagosta: donna sotto la metro, la M2 ferma per un'ora e mezza

  • La Gomorra africana a due passi da Milano: spaccio, armi e sparatorie fra le gang rivali

  • Ragazza totalmente nuda sul balcone urla e chiede aiuto: poco prima era a casa del vicino

  • Milano, nubifragi e grandine: il Seveso esonda due volte, strade e sottopassi allagati in città

  • Morto il musicista milanese 'Marione': fu il chitarrista di Battiato

Torna su
MilanoToday è in caricamento