Lascia 1,5 milioni di euro ai dipendenti: "Siete la mia famiglia"

E' morto lo scorso giugno, a 87 anni, ma prima di andarsene ha disposto nel suo testamento una donazione da un milione di euro al personale della sua azienda, la Enoplastic di Bodio Lomnago, nel Varesotto

E' morto lo scorso giugno, a 87 anni, ma prima di andarsene ha disposto nel suo testamento una donazione da più di 1 milione di euro al personale della sua azienda, la Enoplastic di Bodio Lomnago, nel Varesotto. E' stato il gesto di amore per chi lavorava con lui di Piero Macchi (chi era).

Il premio, spartito tra i 280 dipendenti con importi che variano a seconda dell'anzianita' e del livello di servizio, e' arrivato in una busta a dicembre, come riportano alcuni quotidiani.

Gli stessi lavoratori hanno reso pubblica la busta, alla quale era allegata anche una lettera in cui la moglie di Macchi ricorda il marito e il profondo legame con i suoi dipendenti.

La Enoplastic, fondata nel 1957 e oggi leader nel settore di capsule e chiusure per bottiglie di vino, conta 280 dipendenti e quattro filiali in Spagna, Nuova Zelanda, Australia e Stati Uniti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore a Milano, ragazzo trovato morto in casa: cadavere in avanzato stato di decomposizione

  • Incidente a Cesano, travolta da un bus Atm mentre attraversa sulle strisce: è grave

  • Milano, la metro cresce ancora: dal governo arrivano i soldi per prolungare la linea rossa

  • Un ponte sospeso, store "sperimentali", 190 negozi: ecco il nuovo mega mall di Milano

  • Scuole, ecco i licei e gli istituti di Milano dove il diploma vale oro: la classifica completa 2019

  • Metro linea gialla M3: uomo perde la vita, circolazione bloccata

Torna su
MilanoToday è in caricamento