Fanno ordine da 60 pizze e poi non si presentano: il titolare le dà ai senzatetto

L'episodio è accaduto a Gessate. A distribuire le pizze la Croce Rossa

La donazione delle pizze (da Alpha game laser Q-Fun Gessate/Facebook)

Hanno ordinato 60 pizze e poi non si sono presentati. Così il titolare del ristorante ha deciso di donare tutto il cibo ai senzatetto di Milano. L'autore di questo gesto di solidarietà è l'imprenditore di Gessate Roberto Smenghi.

Per la cena del 21 dicembre, l'uomo aveva ricevuto una prenotazione per 60 persone nel suo locale, l’Alpha Game di via Bergamo a Gessate. Ma quando tutti i materiali e gli impasti erano già pronti per preparare le pizze, i clienti hanno dato buca.

La donazione

"Avevo sette persone al lavoro, tra camerieri e piazzaioli", racconta Smenghi a MilanoToday, "ma quando sono arrivate le 20, orario in cui era fissata la prenotazione, non si è presentato nessuno. Abbiamo provato a rintracciare la persona che aveva chiamato per riservare i coperti, ma non ha risposto". A questo punto Smenghi, invece di scoraggiarsi, ha deciso di mettere comunque i preparati in forno, cuocere le pizze e poi donarle ai bisognosi.

"Non volevo buttare tutto quel cibo", prosegue Smenghi, "così abbiamo iniziato a chiamare qualche associazione e alla fine la Croce Rossa si è resa disponibile, dicendoci che potevamo portare le pizze in Duomo, dove gli operatori ci avrebbero aspettato". D'accordo con i volontari della Cri, quindi, i piatti sono stati distribuiti ai clochard milanesi. "Quando siamo arrivati con i cartoni in centro a Milano le pizze erano ancora calde", precisa il ristoratore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • Coronavirus, il bollettino: 441 nuovi casi in Lombardia, ma terapie intensive sotto i 200

  • Spostamenti fuori regione dal 3 giugno: la Lombardia rischia di rimanere chiusa altre 2 settimane

  • Coronavirus, bollettino: altri 285 casi. "Nessun decesso segnalato" in Lombardia in un giorno

  • Esibizione Frecce Tricolori in Lombardia: video e immagini esibizione lunedì 25 maggio

  • Milano, i clienti non rispettano le norme anti Coronavirus: il pub decide di 'auto chiudersi'

Torna su
MilanoToday è in caricamento