"Se mi porti in Questura domani ti ammazzo": agente aggredito (e ferito) a Parco Sempione

Protagonista della follia un 23enne senegalese, regolare in Italia. È stato arrestato

Teoricamente non aveva nulla da nascondere: aveva tutti i documenti in regola e addosso era "pulito". Eppure appena ha visto le divise è andato su tutte le furie. 

Un ragazzo di ventitré anni, un cittadino senegalese regolare in Italia, è stato arrestato giovedì mattina all'interno di Parco Sempione con l'accusa di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Il suo show è iniziato verso le 12.50, quando una pattuglia della Questura in bici ha notato uno strano viavai nella zona di viale Ibsen e ha sospettato che ci fosse uno spacciatore in azione.

Milano, poliziotti nel mirino: tre aggressioni nel giro di tre ore

Lì, gli agenti hanno trovato proprio il 23enne, che ha immediatamente reagito alla semplice richiesta di mostrare i documenti. "Tu non sei nessuno - ha urlato l'uomo a uno dei poliziotti -. Non ti dico un ca..., se mi porti in Questura domani ti ammazzo". Non contento, lui stesso ha poi spintonato l'agente e lo ha colpito al braccio, graffiandolo. 

A quel punto, il 23enne è stato ammanettato e arrestato. Il poliziotto delle bike è stato visitato e medicato sul posto e ha avuto una prognosi di due giorni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bareggio, trovato morto l'anziano che si era perso in campagna dopo l'incidente

  • Incidente a Trezzano, auto passa col rosso e si schianta con 2 macchine: 12enne gravissimo

  • Ubriaco fradicio alla guida, accosta e ferma i vigili: "Documenti grazie, devo farvi la multa"

  • Sete dopo la pizza? Ecco perchè ti viene

  • Gabriele e Risqi, morti nel tragico schianto in autostrada: la loro auto è finita sotto un tir

  • Milano, tentato suicidio in metro: donna si lancia sui binari della rossa, ferma la M1

Torna su
MilanoToday è in caricamento