Polstrada, arrestate tre persone che facevano acquisti con carte rubate

Facevano acquisti con carte di credito e documenti d’identita contraffatti nelle aree di servizio delle autostrade. Arrestati dalla Polstrada due egiziani e una donna italiana. Ritrovata oltre alle carte e ai documenti falsi la stamperia “casalinga” usata per la produzione

Sono stati arrestati dalla Polizia Stradale di Milano due uomini di origine egiziana ed una donna italiana che utilizzavano carte di credito clonate nelle aree di sosta delle autostrade.

I tre, nei punti ristoro lungo tutte le autostrade, facevano con le carte false rifornimento di carburante ed acquisti all’interno dei bar, con anche l’esibizione di documenti falsi. E’ da un po’ infatti che in tutta Italia, gli acquisti fatti con carte di credito richiedono l’esibizione di un documento di identità.

Dopo diversi appostamenti e pedinamenti la polizia è riuscita a coglierli con le mani nel sacco, in flagranza di reato. I tre avevano, al momento dell’arresto, 13 carte di credito clonate e due documenti d’identità falsi.

Ulteriori indagini hanno permesso alle forze dell’ordine di risalire anche alla stamperia dove i documenti contraffatti venivano preparati. Sequestrati quindi tutti i computer e i software per la produzione dei documenti falsi, oltre a 536 tessere bianche con banda magnetica e chip ancora da scrivere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, guardia giurata travolge motociclista, vede che è morto e si spara in testa: il dramma

  • Giovane morto travolto da un treno del metrò: Cassazione condanna l'agente di stazione di Atm

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • Milano, guardia giurata di 26 anni si spara in testa dopo un incidente mortale: chi era Flavio

  • Influencer per sfida in piazza Duomo, torna la seconda volta: identificata con l'autista

  • "Raffiche di vento fino a 75 chilometri orari": a Milano scatta l'allerta meteo gialla

Torna su
MilanoToday è in caricamento