Arese, sacerdote accusato di pedofilia: condannato a 2 anni e 6 mesi

Accusato di violenza sessuale, un sacerdote di 75 anni è stato condannato a due anni e sei mesi di reclusione. I giudici chiedono di indagare anche sulle dichiarazioni di due preti salesiani

Un sacerdote di 75 anni, M.R, è stato accusato di pedofilia e violenza sessuale nei confronti di una bambina di 7 anni. Il sacerdote è stato condannato a 2 anni e sei mesi di reclusione. Il prete aveva il suo ufficio nei pressi della Parrocchia di Arese nel milanese ed i fatti si riferiscono al 24 febbraio 2007.

Secondo i dati riferiti dall'accusa, la bambina era stata convinta ad entrare nella stanza dell'ufficio del prete che l'aveva attirata con la scusa di volerle offrire delle caramelle, qui, avrebbe poi approfittato di lei toccandola nelle parti intime. M.R è un sacerdote salesiano che ha svolto per molto tempo un'attività per una ONLUS in Sudamerica, un incarico pastorale adesso sospeso.

Il pm Giancarla Serafini, che ha coordinato l'inchiesta, aveva chiesto per lui 5 anni di reclusione con l'aggravante della gravità del fatto ma la sentenza emessa dai giudici della IV sezione penale del tribunale di Milano, ha condannato l'uomo a due anni e sei mesi di reclusione, concedendo al religioso l'attenuante della modesta gravità del fatto e la sospensione condizionale della pena.

Il prete, su decisione del collegio, è stato anche allontanato da qualsiasi ufficio di curatela dei minori e da ogni incarico in scuole ed in istituti pubblici frequentati da minori. Inoltre, in favore della bambina, è stato riconosciuto un risarcimento provvisionale da 10 mila euro, da stabilirsi in sede civile.

Inoltre il pm Serafini ha richiesto ai giudici del V collegio di indagare anche su alcune dichiarazioni fatte, durante il processo, da due preti salesiani che conoscevano il sacerdote. I giudici hanno accolto la richiesta e per questo hanno trasmesso gli atti alla procura di Milano per procedere con gli accertamenti. Secondo l'avvocato Caterina Thumiger, legale del padre e della bimba che si sono costituiti parte civile, i due preti salesiani avrebbero dato una versione alquanto reticente dei fatti accaduti e, dichiara l'avvocato, non avrebbero convinto le loro dichiarazioni riguardo "al numero di incontri che ci sono stati tra il religioso e la bambina e sui contenuti di questi incontri". Inoltre, secondo il legale, i due salesiani avrebbero dato "una versione 'soft' di quanto detto dalla bambina dopo le molestie".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, 'paziente covid positivo' attraversa la città con flebo e ossigeno: la performance

  • Incidente a Carpiano, scontro tra due auto piene di bambini: bimba di 7 mesi grave

  • Milano, ancora spari in via Creta: ragazzo di 32 anni gambizzato durante la notte, le indagini

  • Fanno esplodere la banca e scappano verso un campo rom: il bottino era di 60mila euro

  • Lo spettacolo della cometa Neowise, visibile a occhio nudo sopra Milano

  • Bollettino contagi coronavirus: a Milano trovate sei persone positive, 16 nella città metropolitana

Torna su
MilanoToday è in caricamento