Maurizia Paradiso a processo: portò via 6.500 euro dal Sex Festival

L'accusa: nel 2013 immobilizzò il cassiere e si prese i soldi, asserendo che vantava un credito non pagato

Maurizia Paradiso

E' iniziato il processo a carico di Maurizia Paradiso, la nota showgirl, accusata di lesioni personali ed esercizio arbitrario delle proprie ragioni. La vicenda risale al 2013, al Sex Festival che si è svolto in via Mecenate. 

La Paradiso pretendeva un credito e decise di rivalersi col "fai da te": secondo l'accusa, immobilizzò il cassiere insieme ad una persona mai identificata e portò via 6.500 euro dalla cassa della manifestazione. Durante il fatto, la Paradiso venne alle mani con una collaboratrice del cassiere, che quindi l'ha denunciata per lesioni personali.

L'ex pornostar, nel 2016, ha dovuto affrontare la leucemia e, stando alle sue stesse successive dichiarazioni, durante il ricovero al San Gerardo di Monza sarebbe stata truffata da un caro amico di cui si fidava.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

Torna su
MilanoToday è in caricamento