Protesta animalisti facoltà di Farmacologia in via Vanvitelli

"Barricati in modo da resistere a lungo e pronti a rimanerci anche diversi giorni se necessario", così scrivono gli attivisti nella loro pagina su Facebook

I manifestanti fuori dalla struttura (foto Facebook)

Una cinquantina di animalisti stanno manifestando, dalle 12 di sabato mattina, davanti alla sede della facoltà di Farmacologia della Statale, in via Vanvitelli, a Milano. La protesta è contro la vivisezione (video).

Sul posto è presente la Digos. I manifestanti sono entrati all'interno della facoltà di Farmacologia, dove proseguono con la protesta nei confronti della ricerca sugli animali. "Barricati in modo da resistere a lungo e pronti a rimanerci anche diversi giorni se necessario", così scrivono gli attivisti nella loro pagina su Facebook. Insieme a loro ci sono milgliaia di animali già sottoposti ad esperimenti, chiusi nelle loro piccole gabbie, nella loro vita ridotta ad un numero. 

Secondo quanto si apprende dal dipartimento, nelle gabbie ci sarebbero circa 200 tra conigli, ratti e topi destinati ai laboratori. 

Intanto, alle 14 è previsto un corteo di 500 persone appartenenti al Coordinamento Fermiamo Green Hill, che partiranno da piazza Duca d'Aosta e concluderanno la marcia in piazza Fontana.

Soltanto in serat, dopo ore di occupazione, si è sbloccata la situazione: gli animalisti sono usciti. Con loro centinaia di topi e un coniglio sono stati riscattati e portati al sicuro, lontano dalle mani dei vivisettori. Tutti gli altri animali presenti all'interno verranno rilasciati nei prossimi giorni, in accordo con la direttrice dell'università.

Domenica molti ricercatori e studenti delle facoltà scientifiche sono scesi in piazza a protestare.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (5)

  • Avatar anonimo di bimbomix
    bimbomix

    Ognuno, se sapesse quel che i medici fanno, gli cederebbe volentieri la metà dei propri beni, a patto che non si accostassero mai troppo.  Leone Tolstoj

  • Avatar anonimo di graziano
    graziano

    Per fortuna che esistono anche queti "balordi" che tutelano e difendono gli animali da ricerche inutili, solo per alimentare il commercio degli allevamenti e delle aziende farmaceutiche.

    • Avatar anonimo di fra
      fra

      ma mi spieghi cosa centrano le aziende farmaceutiche?? qui stiamo parlando di laboratori universitari che vanno avanti a sovvenzioni statali. gli animalisti dovrebbero andare a manifestare davanti a menarini o bayer e lasciare stare l'università!

      • Avatar anonimo di graziano
        graziano

        Ma secondo te, quali sono le società che sponsorizzano le ricerche universitarie? sono il settore metalmecchanico  o manifatturiero?  dopo  40 anni di lavoro nelle aziende farmaceutiche nazionali e non, ne ho visti di stabulari.

        • Avatar anonimo di fra
          fra

          Veramente sono finanziati dallo stato... Le industrie farmaceutiche hanno i loro stabulari ed i loro ricercatori... Anche.le.borse di studio sono finanziate da stato o regione... Tutti quei topi che si sono portati a casa li hai comprati tu e tutti gli italiani mio caro, con le cadde.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Terrorismo, attenzione alta a Milano: "Barriere anti camion in Galleria, Darsena e Navigli"

  • Incidenti stradali

    Furgone travolge un ciclista in via Padova: linciaggio dopo l'incidente, un accoltellato

  • Portello Citylife

    Milano, assalta due donne con una siringa: arrestato pregiudicato per violenza sessuale

  • Cronaca

    Irrompono in banca ma non trovano i soldi: uno dei rapinatori 'distratti' è il fruttivendolo

I più letti della settimana

  • Attentato a Barcellona: morto un milanese di 35 anni, era in vacanza con la moglie e i figli

  • Rissa in via Chiesa Rossa, fracassa la testa del vicino di casa con una pietra: è in coma | Foto

  • Furgone travolge un ciclista in via Padova: linciaggio dopo l'incidente, un accoltellato

  • Ritrovata ragazzina 15enne scomparsa: era in fuga con 27enne noto per violenze sessuali