giovedì, 17 aprile 14℃

Umido, parte la distribuzione dei kit per la differenziata

Dal 26 novembre, 170mila cittadini del sud-ovest di Milano saranno obbligati a separare l'umido dall'indifferenziato. Obiettivo 41 kg per abitante

Redazione 3 settembre 2012

Il 3 settembre cominciano le operazioni che porteranno alla raccolta differenziata dell'umido, almeno nel sud-ovest di Milano. Tutta la zona 6 e parti delle zone 1, 5 e 7 saranno coinvolte nella distribuzione di cassonetti e kit all'uopo. Poi, il 26 novembre, tutto sarà pronto e l'umido sarà raccolto porta a porta. I kit sono composti da una fornitura gratuita di sacchetti compostabili realizzati dalla società Novamont e da un cestello da 10 litri che, essendo areato, riduce al minimo i disagi per i cattivi odori. Non solo: nel kit sono presenti anche i cassonetti condominiali. Saranno marroni e avranno una capacità di 120 litri. Oltre, ovviamente, alle istruzioni.

Saranno coinvolte mille vie e 13mila numeri civici, per un totale di 170mila cittadini coinvolti, per i quali la separazione dell'umido sarà obbligatoria. Amsa effettua già il servizio per le grandi utenze: nel 2011 ha infatti raccolto più di 36mila tonnellate di umido differenziato. Tutte le normative, del resto, chiedono che venga raggiunto almeno il 65% di raccolta differenziata dei rifiuti e l'iniziativa va in questa direzione. Secondo Amsa, infatti, l'obiettivo è raccogliere una media di 41 kg di rifiuto organico per abitante, ora presente nello scarto indifferenziato.

Annuncio promozionale

L'umido è una risorsa: può essere trasformato in fertilizzante naturale e per produrre energia mediante biogas. Nel 2013 verranno coperti altri due quarti di Milano e, nel 2014, il resto della città. "E' un passo significativo per salvaguardare l'ambiente", ha dichiarato Maran, fiducioso che con la raccolta differenziata dell'umido "Milano diventerà più pulita e sostenibile".



 

rifiuti

Commenti