Qualcuno li spinge giù mentre sono seduti sul muretto in Darsena: uno si rompe un braccio

I carabinieri stanno guardando le immagini delle telecamere della zona per trovare i colpevoli

Repertorio

Un braccio rotto per uno di loro mentre per i suoi due amici solo qualche escoriazione. Sono le conseguenze che hanno riportato tre ragazzi di quasi 20 anni, dopo che qualcuno li ha spinti giù dal muretto lungo viale Gabriele D'Annunzio che si affaccia sulla Darsena, a Milano.

Nottata da dimenticare, quella di sabato, per i tre ragazzi: mentre trascorrevano la serata seduti sul muretto in piena zona movida due sconosciuti li hanno spinti da dietro, senza alcuna ragione. Hanno fatto un volo nel vuoto - per un paio di metri - e sono caduti non in acqua ma sul cemento.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Stazione Duomo che ora, come riporta Il Giorno, stanno cercando di risalire ai vandali grazie alle immagini del circuito di telecamere presenti nell'area.

I ragazzi, italiani e residenti a Milano, sono stati soccorsi dal 118. Uno è rimasto illeso, un altro ha riportato diverse escoriazioni mentre un terzo ha avuto 30 giorni di prognosi dai medici del Gaetano Pini per la frattura dell'omero.

Potrebbe interessarti

  • A Milano gli rubano la bici con cui sta viaggiando per il mondo, l'appello: "Aiutatemi"

  • Intolleranza al lattosio: come riconoscerla

  • Come avere i finanziamenti per riqualificare energeticamente la casa a Milano

I più letti della settimana

  • Milano, donna accoltellata in pieno centro: fendenti alla gola con una bottiglia, è grave

  • Appena arrivato a Malpensa inizia a tremare: muore 28enne 'mulo' del narcotraffico

  • È morta Nadia Toffa, addio alla conduttrice de "Le Iene" che lottava contro il cancro

  • Morto il fumettista milanese AkaB, Gabriele Di Benedetto: aveva solo 43 anni

  • Milano, dramma davanti al Tribunale: donna precipita e muore mentre pulisce i vetri. Foto

  • Milano, dramma a Rogoredo: ragazza di 28 anni muore travolta da un treno in stazione

Torna su
MilanoToday è in caricamento