"Non sto bene": 22enne va in ospedale con un proiettile nella spalla (e viene arrestato)

Il giovane aveva una ferita da arma da fuoco alla clavicola, ma era ricercato. I fatti

L'unica certezza è che è arrivato al pronto soccorso del Niguarda poco prima di mezzanotte, dicendo di non sentirsi bene. Su quello che è successo prima, su come l'ogiva di un proiettile sia finita nella sua spalla, invece non ha saputo spiegare praticamente niente. 

Misteriosa aggressione giovedì sera a Milano, dove un ragazzo di ventidue anni - un cittadino del Senegal - è stato ferito alla clavicola con un colpo di arma da fuoco. Stando a quanto ricostruito finora dalla polizia attraverso le poche e confuse parole dalla vittima, il 22enne sarebbe stato colpito nei giardinetti di via Giovanni Luigi da Palestrina. Il giovane ha spiegato di ricordare soltanto che all'improvviso è svenuto e che, quando ha ripreso i sensi, ha telefonato alla fidanzata chiedendole di accompagnarlo in ospedale perché non si sentiva bene. 

In effetti, il ragazzo è arrivato al Niguarda proprio in compagnia di una donna, anche lei ascoltata dalla polizia. I medici hanno trovato nella spalla una ogiva di un proiettile, segno evidente che qualcuno ha sparato al 22enne: chi, come e quando lo accerteranno gli investigatori. 

La serata della vittima, però, è finita ancora peggio. Quando i poliziotti lo hanno identificato, hanno scoperto che era destinatario di un ordine di cattura per una pena di tre mesi e ventotto giorni per reati di droga e lo hanno dichiarato in arresto. Quando sarà dimesso dal Niguarda, il giovane sarà portato a San Vittore. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio alla guida, accosta e ferma i vigili: "Documenti grazie, devo farvi la multa"

  • Incidente a Trezzano, auto passa col rosso e si schianta con 2 macchine: 12enne gravissimo

  • Sete dopo la pizza? Ecco perchè ti viene

  • Milano, incidente in via Trevi: Smart si ribalta e piomba dentro al negozio di kebab, un morto

  • Gabriele e Risqi, morti nel tragico schianto in autostrada: la loro auto è finita sotto un tir

  • Mezzi, a Milano si attende in media 9 minuti ogni giorno; e ce ne vogliono 43 per arrivare a destinazione

Torna su
MilanoToday è in caricamento