Inseguimento in via Palmanova, fidanzati sventano una rapina

Inseguiti e minacciati con una pistola i due non demordono e alla fine, dopo una lunga fuga, riescono a far arrestare i due malviventi

La polizia ha arrestato i due

Una serata di terrore ma anche di coraggio e lucidità, adrenalinica. Non si può descrivere diversamente la domenica notte di una coppia di 23enni italiani, protagonisti loro malgrado di un inseguimento a bordo della propria auto, prima di essere minacciati con una pistola, e poi, finalmente, la luce in fondo al tunnel. Succede tutto in via Palmanova a Nordest di Milano. 

Secondo quanto raccontato dai due giovani agli agenti polizia, poco dopo la mezzanotte, mentre in auto percorrevano la strada in direzione periferia, notano che una Punto bianca li segue da un po'. Insospettito il giovane alla guida accelera per verificare se la sensazione corrisponde a verità. Ed in effetti, la Fiat bianca con a bordo due soggetti rimane incollata ai fanalini posteriori dell'auto della coppia.

Intimorito, il ragazzo continua a camminare a velocità sostenuta. Poi, poche centinaia di metri dopo, la vettura sospetta affianca la loro auto e il passeggero dal finestrino, pistola in mano, urla: “Pezzo di merda fermati”. La giovane vittima non obbedisce e anzi dà ancora più gas. 

A quel punto arrivati in fondo alla via, alla rotatoria con via Padova, fanno marcia indietro e imboccano via Palmanova nel senso opposto, in direzione centro. Mentre il fidanzato pensa a guidare, la ragazza chiama la polizia e descrive la loro situazione, riportando correttamente perfino la targa della Punto che i due erano riusciti ad appuntarsi. All'altezza dell'incrocio con Via Carnia, uno dei balordi, quello con la pistola, scende dall'auto strillando “Dateci tutto o vi ammazzo” ma poi vede la ragazza al telefono e capisce che forse è meglio scappare. E così fanno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pochi istanti dopo, la volante incrocia la Punto bianca e la blocca. Sotto il sedile avevano provato a nascondere la pistola, che alla fine si scoprirà essere un'arma a salve. I due balordi non hanno saputo dare giustificazioni. Si tratta di Matteo V. e Mattia G., 25enni, italiani, residenti a Noviglio. Il primo, con precedenti penali era il passeggero. Il secondo, senza precedenti, era l'autista nonché proprietario del mezzo. Arrestati per tentata rapina aggravata, sono stati anche riconosciuti dalla "coppia coraggio" che ha permesso la loro cattura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, mascherine gratis in Lombardia: ecco dove ritirarle, a Milano sono 900mila

  • "Sono affamato": l'Esselunga gli regala la spesa, e lui sputa in faccia al vigilante

  • Coronavirus, a Milano continuano a crescere i contagi. Oltre 9mila morti in tutta la Regione

  • Coronavirus, a Milano 411 nuovi positivi in 24 ore: "La curva dei contagi è preoccupante"

  • Coronavirus, per la Regione "dati confortanti" ma la crescita dei contagi (e dei morti) è senza fine

  • Coronavirus, 99 malati in più a Milano nelle ultime 24 ore. «Serve ultimo sforzo»

Torna su
MilanoToday è in caricamento