Criminali rapinano benzinaio e gli sparano: gravissimo, in fin di vita

Il fatto a Busto Arsizio venerdì sera. La ricostruzione

Polizia sul posto

Il titolare di un distributore di benzina di Busto Arsizio (Varese) è stato ferito a colpi di arma da fuoco da due rapinatori, mentre stava rientrando a casa, intorno alle 20 di venerdì sera.

A quanto si è appreso i malviventi, due con il volto coperto a bordo di uno scooter, avrebbero esploso quattro colpi di pistola in direzione dell'uomo, di cui tre andati a segno. Dopo averlo rapinato dell'incasso giornaliero, sono fuggiti. Soccorso e trasportato in ospedale a Gallarate (Varese), il benzinaio è grave. Nella notte e' stato sottoposto a una delicata operazione chirurgica per ridurre le lesioni a gambe e addome. 

Secondo quanto riportato dalle forze dell'ordine, lo hanno aspettato sotto casa, forse lo hanno pedinato, e mentre percorreva la rampa dei box gli hanno scaricato addosso metà caricatore, per poi rapinarlo. Così, secondo una prima ricostruzione, è stato ferito Marco Lepri, 40 anni di Busto Arsizio, colpito al tronco con almeno tre colpi di pistola.

Dopo aver lasciato l'uomo steso a terra i due malviventi gli hanno portato via la borsa contente l'incasso della giornata. Ora la Polizia di Stato sta cercando i due fuggitivi, scappati a bordo di uno scooter. Le sue condizioni restano gravissime. Non è ancora stata sciolta la prognosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, guardia giurata travolge motociclista, vede che è morto e si spara in testa: il dramma

  • Giovane morto travolto da un treno del metrò: Cassazione condanna l'agente di stazione di Atm

  • Milano, guardia giurata di 26 anni si spara in testa dopo un incidente mortale: chi era Flavio

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • Influencer per sfida in piazza Duomo, torna la seconda volta: identificata con l'autista

  • Sciopero dei mezzi il 28, sciopero generale il 29: treni, metro e bus a rischio per due giorni

Torna su
MilanoToday è in caricamento