Un ragazzo ucciso e tre accoltellati: ergastolo per i killer della 'folle notte di sangue' di Milano

Lo ha deciso il tribunale di Milano al termine del processo con rito abbreviato

Immagine repertorio

Sono stati condannati all'ergastolo Abdenachemi Anass e Saad Otmani, i due marocchini di 29 e 31 anni che nella notte tra giovedì e venerdì 27 aprile 2018 tinsero di sangue le strade di Milano e Cinisello Balsamo con un omicidio e tre persone accoltellate. Lo ha deciso il gup del tribunale di Milano Alessandra Del Corvo al termine del processo con rito abbreviato.

La folle notte di sangue a Milano

I due erano a processo per l'omicidio avvenuto alle 2.30 di venerdì 27 aprile 2018 in via Settembrini, zona stazione Centrale. Lì aveva perso la vita Samsul Haque, un cittadino bengalese di ventitré anni, regolare in Italia, con un lavoro come cameriere e senza nessun problema con la giustizia. Il giovane era morto dopo essere stato accoltellato in strada da due uomini, che gli hanno poi portato via il cellulare. 

Soltanto mezz'ora prima, a quattrocento metri da via Settembrini, ad avere la peggio era stata una ragazza di ventuno anni, una giovane inglese studentessa della Cattolica. La vittima - che si trovava in compagnia di una ragazza degli Stati Uniti in via Gaffurio - era stata accoltellata all'addome ed era finita in condizioni non gravi alla clinica Città Studi. Lei stessa, medicata con alcuni punti di sutura, quando si era ripresa aveva raccontato ai carabinieri che a colpirla erano stati due uomini, entrambi stranieri, che le avevano rubato l'iPhone ed erano fuggiti. 

Poco prima, alle 23, a cadere sotto i colpi dei malviventi era stato un italiano di trentuno anni, in via Lincon a Cinisello. L'uomo, derubato del portafogli, aveva ricevuto tre coltellate - due all'addome e uno al torace - e si era accasciato al suolo privo di sensi subito dopo essere riuscito a dare l'allarme. Il trentunenne, soccorso dal 118, era finito al Niguarda in condizioni critiche per le perforazioni alla milza e al fegato: operato durante la notte, era stato in pericolo di vita per quasi tutta la giornata.

Ad aprire la serie di sangue era stata una rapina in via Stalingrado, sempre a Cinisello, a pochi metri di distanza dall'altra. I due avevano preso a calci e pugni un uomo peruviano di trentasette anni. Poi lo avevano colpito con una bottiglia di plastica tagliata in due e usata come coltello e sono fuggiti con zaino con documenti e portafogli della vittima. L'uomo era stato portato d'urgenza al Bassini, ma non in pericolo di vita.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (11)

  • Io li chiuderei dentro una stanza e via con il gas

  • L’Ergastolo va benissimo... Ma al loro paese d’origine

  • Come mai non trovo mai un commento a queste notizie da parte di utenti che si inbufaliscono partendo con insulti pesanti a notizie ben meno gravi che coinvolgano attività ritenute di “destra”? Persone senza onore ma ricolme di ipocrisia

    • Sono d’accordo ????????

  • ....se mai capitasse a me, spero che i miei rotw non lascino nemmeno i vestiti....di questi personaggi

  • Spedirli x l’ergastolo al loro paese xro mica qui a spese nostre li dobbiamo mantenere in albergo x una vita

  • io organizzerei una manifestazione in centro, col sindaco e tutte le più importanti istituzioni in difesa di queste due giovani risorse portatrici di cultura. e che Azzo..... non si può più neanche accoltellare un po'di gente in santa pace

    • Ahahahahah

  • Tra 2 anni saranno dal solito prete per 'i percorsi di recupero'.

  • Intanto poi tra 10 anni (se va bene) sono già fuori

  • quasi 1 anno per una sentenza e per la giustizia .... vergogna

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Il "sabato nero" di Milano: l'estrema destra in pellegrinaggio alla cripta di Benito Mussolini

  • Cronaca

    Il bosco sul fiume trasformato nel mini market dell'eroina: una dose a 5 euro in pausa pranzo

  • Cronaca

    Milano, miliardaria truffata durante la vendita di una mega villa: via il Rolex da 120mila euro

  • Cronaca

    Furto "a colpi" di Enjoy: 500 scagliata contro la vetrina del bar, poi il colpo e la fuga coi soldi

I più letti della settimana

  • Incendio bus sulla Paullese: autista dirotta e dà fuoco al mezzo: "Voglio vendicare i morti in mare"

  • Autista dirotta autobus con ragazzini e poi gli dà fuoco: "Da qui non esce vivo nessuno"

  • Incidente a Buccinasco, auto pirata investe famiglia e fugge: 4 bimbi travolti, tre sono gravi

  • Meningite, morta Federica: ragazza di 24 anni

  • Ragazzino fermato dalla polizia chiama i genitori, ma loro sono due ricercati: arrestati

  • "C'è una bomba vicino al Duomo": telefonata fa scattare l'allarme, denunciato mitomane

Torna su
MilanoToday è in caricamento