homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Bollate (Mi), rapine e violenze al parco contro i giovanissimi: "smantellata" baby gang

Le aggressioni si svolgevano sempre con il solito "modus operandi": la vittima sia che fosse sola che in compagnia, veniva accerchiata, canzonata e poi picchiata

Carabinieri

Erano lo spauracchio dei loro coetani al parco. Agivano in gruppo, fermando e deridendo giovani studenti adolescenti cui sottraevano, con violenza, le biciclette ed i telefonini. Alcune volte le vittime sono dovute ricorrere alle cure dei sanitari per le percosse ricevute. Avevano trasformato il parco di Bollate (Mi), intitolato ad una “icona” della non violenza in un luogo pericoloso.

I carabinieri della locale Tenenza, dopo avere raccolto alcune denunce da parte di genitori preoccupati, si sono messi all’opera ed in breve tempo hanno risolto la questione, individuando un gruppo di sedicenni che, in virtù della loro giovane età, sono stati deferiti in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Milano per concorso in rapina, violenza privata, lesioni, percosse e minacce.

Gli episodi accertati sono sei e si sono verificati tra il mese di novembre e dicembre del 2015. L’aggressione si svolgeva sempre con il solito “modus operandi”: la vittima sia che fosse sola che in compagnia, veniva accerchiata, canzonata e poi picchiata. In alcuni casi è stato esibito anche un coltello a serramanico per aggravare la minaccia ed inasprire l’intimidazione.

Dopo l’intervento dei carabinieri, che hanno convocato in caserma sia i genitori che i “bulli”, le aggressioni sono terminate ed il parco è ritornato ad essere il luogo tranquillo.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Col buonismo imperante che regna in gran parte della nostra società questi bulli saranno perdonati. Certo che avere una denuncia penale a 16 anni non è cosa da poco.

  • Spero che i genitori gli spezzino le gambe a dovere

    • Figurati, se non l'hanno fatto fino adesso, saranno pure peggio di loro.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Milano, incendio in un cantiere di via Gioia: fiamme e fumo nell'ex palazzo Inps | FOTO

  • Cronaca

    Terremoto nel Centro Italia, morti e feriti: soccorritori e vigili del fuoco partiti da Milano

  • Cronaca

    Mamma e figlia cadono nel Naviglio in bici: la piccola di sette mesi in fin di vita | Foto e video

  • Incidenti stradali

    Schianto auto-scooter, muore un ragazzo di 16 anni

I più letti della settimana

  • Giovane mamma scomparsa da oltre un mese, ritrovata a Milano: “Per ora non torno a casa”

  • Palinuro, trovato il corpo di Silvio Anzola: il sub morto “incastrato” in una grotta sott’acqua

  • Maxi tamponamento sulla A9, auto prende fuoco: 12 feriti, bimbo di 11 anni il più grave

  • Grave incidente tra via dei Ciclamini e viale Legioni Romane: motociclista in fin di vita

  • Set in piazza del Duomo, è il cinepattone con Christian De Sica: si cercano comparse

  • Sfondano la rete, cadono dal ponte dell’A8 e precipitano sull’autostrada: feriti due ragazzi

Torna su
MilanoToday è in caricamento