Gli tolgono il rene sbagliato, caso di malasanità a Vigevano

L'uomo aveva un tumore benigno a un rene e uno maligno all'altro: i medici gli hanno tolto quello sbagliato. Ma ora sta bene

Malasanità a Vigevano

Un uomo di 78 anni si trova a non avere più reni: aveva infatti un tumore maligno a quello destro, ma all'ospedale di Vigevano gli hanno asportato il sinistro. L'anziano continuava a stare male e ben presto si è scoperto il motivo. L'Asst (ex Asl) ha avviato una indagine ed è pronta a risarcire, attraverso l'assicurazione, il danno subìto dall'uomo, e contemporaneamente a fornirgli tutta l'assistenza di cui ha bisogno.

Secondo i medici che lo hanno in cura, l'uomo ora sta bene e segue la dialisi tre volte alla settimana in ospedale. L'equivoco è sorto con gli esami presso una clinica diversa dall'ospedale. Nel referto veniva indicato il rene sinistro - quello asportato per errore - ma anche che erano state notate alterazioni nel rene destro. E, stando a quanto riferito dalla clinica stessa, veniva consigliato allo specialista di effettuare una biopsia prima di procedere.

Il 78enne in pratica aveva un tumore benigno al rene sinistro e un carcinoma a quello destro, ma - basandosi sul referto prodotto e senza l'accertamento successivo - i medici gli avrebbero asportato quello "maggiormente" segnalato. Questa almeno la prima ipotesi, tutta da verificare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bareggio, trovato morto l'anziano che si era perso in campagna dopo l'incidente

  • Incidente in Stazione Centrale a Milano, Frecciarossa urta il tronchino di sicurezza

  • Orrore a Milano, ragazzina di 17 anni stuprata davanti alla zia: arrestato un 29enne

  • Cercano di accoltellare Brumotti in centro a Monza: salvato dal giubbotto antiproiettile

  • Milano, tragedia nel cantiere della metro M4: Raffaele, l'uomo morto schiacciato dai detriti

  • Milano, tentato suicidio in metro: donna si lancia sui binari della rossa, ferma la M1

Torna su
MilanoToday è in caricamento