Mangiagalli, rimossa la pubblicità anti-aborto delle polemiche

Il manifesto aveva fatto molto discutere

La società concessionaria dello spazio pubblicitario ha deciso di agire di sua iniziativa e ha rimosso la pubblicità anti-aborto affissa da due associazioni (Pro Vita e Ora et Labora) nei pressi della clinica Mangiagalli, affissa ad un palo metallico.

Molto forti erano state le polemiche riguardanti questa pubblicità. "Non fermare il suo cuore. Avrà il tuo sguardo, il tuo sorriso e sarà coraggioso perché tu lo sei", recitava il "claim". Un chiaro messaggio di invito a non abortire che non era piaciuto a molti. Alessandra Kustermann, primaria della Mangiagalli, aveva definito il manifesto "un insulto a tutte le donne e alla loro libertà di scelta", mentre l'associazione Donne Democratiche aveva coperto il manifesto con il cartello "La 194 è una legge di Stato"

Durissima era stata anche Diana De Marchi, consigliera comunale del Partito Democratico, secondo cui "si vogliono accusare le donne ignorando completamente con quanto dolore e quali motivazioni una donna arrivi a fare una scelta del genere. L'obiettivo è aumentare il già fortissimo senso di colpa. Nessuna desidera abortire e nessuno vuole spingere la donna a farlo, ma la priorità deve essere quella di difendere il diritto all'autodeterminazione delle donne e la loro libertà. La legge vigente è nata per garantire la salute e la vita delle donne, non certo per alimentare la cultura di morte".

L'affissione era stata pagata fino a fine marzo, in uno spazio che una concessionaria ha in gestione all'interno di un lotto più grande. La stessa concessionaria, dopo avere avvertito il Comune di Milano, ha provveduto a rimuovere il manifesto delle polemiche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, turista sequestrata e violentata dentro un McDonald's: le fratturano anche il naso

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • La procura sequestra il Villaggio di Natale a Milano: a rischio l'apertura del mega parco

  • La metro è sempre più grande, ecco i soldi per prolungare la M5: 11 nuove stazioni sulla lilla

  • Incidente a Milano, perde il controllo dell'auto: finisce nel ristorante, paura in piazzale Martini

  • Milano, lite in strada tra due donne per 50 euro: uomo le separa ma viene accoltellato

Torna su
MilanoToday è in caricamento