Mangiagalli, rimossa la pubblicità anti-aborto delle polemiche

Il manifesto aveva fatto molto discutere

La società concessionaria dello spazio pubblicitario ha deciso di agire di sua iniziativa e ha rimosso la pubblicità anti-aborto affissa da due associazioni (Pro Vita e Ora et Labora) nei pressi della clinica Mangiagalli, affissa ad un palo metallico.

Molto forti erano state le polemiche riguardanti questa pubblicità. "Non fermare il suo cuore. Avrà il tuo sguardo, il tuo sorriso e sarà coraggioso perché tu lo sei", recitava il "claim". Un chiaro messaggio di invito a non abortire che non era piaciuto a molti. Alessandra Kustermann, primaria della Mangiagalli, aveva definito il manifesto "un insulto a tutte le donne e alla loro libertà di scelta", mentre l'associazione Donne Democratiche aveva coperto il manifesto con il cartello "La 194 è una legge di Stato"

Durissima era stata anche Diana De Marchi, consigliera comunale del Partito Democratico, secondo cui "si vogliono accusare le donne ignorando completamente con quanto dolore e quali motivazioni una donna arrivi a fare una scelta del genere. L'obiettivo è aumentare il già fortissimo senso di colpa. Nessuna desidera abortire e nessuno vuole spingere la donna a farlo, ma la priorità deve essere quella di difendere il diritto all'autodeterminazione delle donne e la loro libertà. La legge vigente è nata per garantire la salute e la vita delle donne, non certo per alimentare la cultura di morte".

L'affissione era stata pagata fino a fine marzo, in uno spazio che una concessionaria ha in gestione all'interno di un lotto più grande. La stessa concessionaria, dopo avere avvertito il Comune di Milano, ha provveduto a rimuovere il manifesto delle polemiche.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, militare pugnalato alla gola in Stazione Centrale da un passante che urla "Allah akbar"

  • Milano, tenta di incassare il gratta e vinci rubato: beccato, in casa ne aveva altri 600

  • Milano, fumo nero e puzza di bruciato da Spontini in via Marghera: arrivano i pompieri

  • Sciopero venerdì 27 setttembre, a Milano si fermano per 24 ore i mezzi Atm: orari di metro

  • Esplosione nella fabbrica di cannabis light: fiamme alte 10 metri, feriti padre e due figli

  • "Ritrovo di pregiudicati", la questura chiude tre bar di zona Certosa

Torna su
MilanoToday è in caricamento