La lite al distributore di benzina degenera: uomo preso a pugni in faccia mentre paga

La follia martedì mattina al distributore di viale Marche. Il 63enne è stato medicato sul posto

Foto repertorio

Dai colpi di clacson alle botte. Follia martedì mattina al distributore di benzina all'angolo tra viale Zara e viale Marche, teatro di una lite tra automobilisti che è poi degenerata.

Tutto è iniziato verso le 10, quando un uomo di 63 anni si è fermato accanto a una delle pompe e si è spostato alla macchinetta per pagare. Dopo pochi secondi - stando a quanto denunciato dalla vittima - è arrivata una seconda macchina che, nonostante la piazzola libera accanto, si è fermata esattamente dietro la prima vettura. 

Il conducente, evidentemente nervoso e agitato, avrebbe iniziato a suonare e a insultare il 63enne mettendogli fretta e chiedendogli di sbrigarsi. Quando l'uomo si è avvicinato al finestrino per chiedere spiegazioni al "rivale", per tutta risposta si è beccato un pugno in pieno volto dall'aggressore, che è poi scappato. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È stato lo stesso ferito, medicato sul posto da un'ambulanza, a chiamare la polizia per presentare denuncia. Gli agenti stanno ora cercando di rintracciare l'automobilista fuggito. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, si tuffa nel Naviglio asciutto per scappare dalla polizia e si rompe una gamba

  • Autostrada A4 bloccata tra Milano e Bergamo, controlli per il coronavirus: la coda è infernale

  • Coronavirus, il contagio non si ferma: Milano sfonda quota 3mila, in Lombardia +2.400 casi

  • "Contagi nascosti e lavoratori senza mascherine": denunciata la Fondazione Don Gnocchi. La replica: "Falsità"

  • "Ci avete salvato dal mare e Milano ci ha accolto": la comunità etiope dona cibo per l'emergenza

  • Milano, volanti all'inseguimento di uno scooter: finisce con un incidente e un arresto

Torna su
MilanoToday è in caricamento