La lite al distributore di benzina degenera: uomo preso a pugni in faccia mentre paga

La follia martedì mattina al distributore di viale Marche. Il 63enne è stato medicato sul posto

Foto repertorio

Dai colpi di clacson alle botte. Follia martedì mattina al distributore di benzina all'angolo tra viale Zara e viale Marche, teatro di una lite tra automobilisti che è poi degenerata.

Tutto è iniziato verso le 10, quando un uomo di 63 anni si è fermato accanto a una delle pompe e si è spostato alla macchinetta per pagare. Dopo pochi secondi - stando a quanto denunciato dalla vittima - è arrivata una seconda macchina che, nonostante la piazzola libera accanto, si è fermata esattamente dietro la prima vettura. 

Il conducente, evidentemente nervoso e agitato, avrebbe iniziato a suonare e a insultare il 63enne mettendogli fretta e chiedendogli di sbrigarsi. Quando l'uomo si è avvicinato al finestrino per chiedere spiegazioni al "rivale", per tutta risposta si è beccato un pugno in pieno volto dall'aggressore, che è poi scappato. 

È stato lo stesso ferito, medicato sul posto da un'ambulanza, a chiamare la polizia per presentare denuncia. Gli agenti stanno ora cercando di rintracciare l'automobilista fuggito. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, i casi sono 14: gravissimo un 38enne, in isolamento la moglie e un amico

  • Coronavirus, i contagi in Lombardia salgono a 14: "Dobbiamo contenere il virus in quell'area"

Torna su
MilanoToday è in caricamento