Insulta e aggredisce militari e carabinieri: caos in Centrale, due feriti e un ragazzo arrestato

Folle caos fuori dalla stazione: almeno un centinaio di persone "contro" carabinieri e militari

L'intervento delle forze dell'ordine e il caos

Si è avvicinato a un militare e ha iniziato a insultarlo, toccandogli l’arma che il ragazzo portava al petto. Poi, dopo la reazione dell’uomo dell’Esercito, ha iniziato a reagire e minacciare le forze dell’ordine per non farsi identificare e scappare. 

Folle caos verso le tre di venerdì pomeriggio in piazza Duca d’Aosta, davanti alla stazione Centrale di Milano, teatro di un incredibile parapiglia che ha coinvolto almeno un centinaio di ragazzi - quasi tutti immigrati che stazionano fuori dallo scalo ferroviario -, uomini dell’arma e polizia locale. 

Video | Caos in Centrale: militari aggrediti da un uomo

video rissa centrale-2

Ad accendere la miccia, secondo quanto finora appreso da MilanoToday, è stato un ragazzo di ventisette anni, senegalese, con permesso di soggiorno per motivi umanitari ma già segnalato alle forze dell’ordine per reati legati agli stupefacenti. Il ragazzo si è avvicinato a un militare insultandolo e quando le forze dell’ordine gli hanno chiesto i documenti ha toccato il fucile e ha cercato di scappare. 

All’arrivo dei carabinieri sul posto, il ventisettenne ha tentato la fuga, ma è stato subito bloccato dagli uomini dell’arma e dell’esercito. L’operazione ha richiamato l’attenzione di un centinaio tra curiosi ed extracomunitari, alcuni dei quali hanno inveito contro i militari, lanciando oggetti, tra cui una bottiglia di vetro che ha colpito un’autoradio dei carabinieri.

Nelle fasi dell’arresto, molto concitate, sono rimasti feriti un carabiniere e un militare. Il ventisettenne, che è in stato di fermo, è accusato di resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale. 

Soltanto ad ottobre scorso, ancora fuori dalla stazione centrale, si erano ripetute le stesse, identiche, scene. In quel caso, probabilmente la caccia a un ladro - poi scappato in bici contromano - aveva creato un’incredibile baraonda in piazza Duca d’Aosta sotto gli occhi stupiti di turisti e viaggiatori. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (20)

  • Caro sindaco e C grazie GRAZIE da parte di tutti i milanesi.

  • Questa gente incivile viene nel nostro paese solo a prendere in giro chi lavora onestamente e si fa un mazzo tanto per sopravvivere al contrario di loro che non fanno altro che che fate casino e delinquere a dismisura grazie a chi continua a sostenere che sono disagiati qui mi pare che gli unici disagiati siamo noi italiani che stiamo diventando una minoranza e ora di dirà basta a questa piaga che ci affligge.... per un modo più pulito torna in vita zio Benito

  • Avatar anonimo di Tiberio
    Tiberio

    "Il mondo è quel disastro che vedete non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l'inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare." (Albert Einstein)

  • ma perchè non parte un colpo accidentale...com'era? castigarne uno per educarne cento? Morale comunista pure!

  • Sottoscrivo parola per parola quanto scritto da Andrea !!!!!.....immaginate cosa ci succederebbe dovessimo comportarci nello stesso modo nei paesi da dove provengono questi personaggi !!!!!!!....ma il problema non sono questi delinquenti: il problema è questo nostro paese ormai da tempo inerme, prono, senza regole, senza spina dorsale....il problema siamo noi ormai ubriachi di tecnologia e di calcio !!!!!!....verremo spazzati via: purtroppo è solo questione di tempo....questa è la realtà

  • Avatar anonimo di maurizio
    maurizio

    Andrea, quadro  perfetto della  situazione,ci  vorrebbe  una nuova  mani  pulite la  corruzione  stradilaga

  • ma mandateli via !!!! qui' non servono a niente!!!! REGOLE RIGIDE VERSO QUESTI ENERGUMENI.

  • Avatar anonimo di Dio lai
    Dio lai

    Bruciarli questi ******i... ci vorrebbe ancora lo zio benito...