Milano, ispettrice Aler e poliziotti aggrediti da marito e moglie durante lo sgombero: feriti

Un agente e l'ispettrice sono rimasti feriti. Un uomo di ventisette anni è stato arrestato

Da una parte, un’ispettrice Aler e i poliziotti. Dall’altra, una donna egiziana di ventitré anni - arrivata da poco in città grazie al ricongiungimento - e la sua bimba di quasi tre anni. In mezzo, improvvisamente, il marito di lei, Ibrahim M.: un ventisettenne, anche lui egiziano, con qualche precedente. Un mix potenzialmente esplosivo che ha prodotto una lunga discussione, un’aggressione, due feriti e un arresto. 

È stata una giornata movimentata, quella di lunedì, al civico 7 di via Abbiati, zona San Siro. Ad accendere la miccia, verso le 14.30, è stato l’intervento dei funzionari Aler, inviati sul posto dall’azienda per sgomberare la famiglia egiziana, che stava occupando abusivamente un alloggio nell’edificio.

Dopo qualche momento di tensione e un acceso diverbio, l’ispettrice è riuscita a convincere la ventitreenne a lasciare l’appartamento insieme alla piccola di casa, che - anche per essere rassicurata - è stata presa in braccio dalla funzionaria. 

Proprio in quel momento, però, dalle scale è arrivato il marito della ragazza che, senza pensarci due volte, si è scagliatao contro l’ispettrice - spintonata a terra - e si è rifugiato in casa dopo aver preso sua figlia. Non contento, l’uomo ha aggredito anche l’agente di polizia che era già giunto sul posto, cercando di strappargli la pistola dal "cinturone". Poco dopo, quando nel palazzo è intervenuto anche il secondo poliziotto della Volante, la scena si è ripetuta, con la ventitreenne che ha cercato di rubare l’arma d’ordinanza dell’agente, sferrandogli un morso per convincerlo a lasciare la pistola. 

Dopo alcuni, lunghi, minuti di inevitabile tensione, i poliziotti sono riusciti a bloccare i due e a ristabilire l’ordine. Risultato del tentativo di sgombero: l’ispettrice Aler al pronto soccorso del San Carlo con una prognosi di dieci giorni per contusioni multiple, un poliziotto nello stesso ospedale con tre giorni di prognosi per il morso, la giovane madre - che ha anche accusato un malore - denunciata e suo marito arrestato per occupazione abusiva, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. 

Alla fine, anche per evitare di aumentare le tensioni sociali, la Questura ha deciso di lasciare la donna e la bimba nell’appartamento. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il figlio torna tardi a casa: papà scende, prende a schiaffi gli amici 17enni e ne accoltella uno

  • Morto Manuel Frattini a Milano: infarto durante una serata di beneficenza

  • Milano, incidente tra un bus e un'auto in via Giordani: una donna in coma e due bimbi feriti

  • Sciopero generale a Milano, rischio caos per i mezzi: stop di 24 ore a metro, bus Atm e treni

  • A Milano inaugura TigellaBella: all you can eat di tigelle e gnocco fritto con salumi e formaggi

  • Milano, Deejay Ten domenica 13 ottobre: vie chiuse e mezzi Atm deviati, il piano viabilità

Torna su
MilanoToday è in caricamento